Il nuovo cane spia virtuale di SONY

AIBO, già in giro da qualche anno per le case dei giapponesi più facoltosi e tecnologici, è un cagnolino elettronico capace di fare diverse cosette tipiche dei cugini pelosi. Come si è soliti dire non sporca, per le vacanze si può spegnere invece di abbandonare 150.000 yen di ferrazzo per l'autostrada (che pare brutto).

L'ultimissimo modello in blu cobalto che fa bello sfoggio di se qui a lato incorpora delle caratteristiche interessanti. Può ricevere delle mail contentenenti comandi di movimento che è in grado di eseguire, dietro gli occhi c'è una fotocamera in grado di scattare istantanee dei dintorni e rispedirle al padrone. Per quanto riguarda le caratteristiche sonore invece non ci sono migliorie degne di nota agli uggiolii di sintesi dei modelli precedenti.

Sembra davvero uscito da un fumetto o un anime, anche se non va nemmeno vicino a quello che può regalare affettivamente un cucciolo vero. Ma AIBO, checchè ne pensino i creatori alla SONY, è più un telefonino con le zampette.

categorie: 

Add new comment