Blogs

Cat and Girl by Dorothy Gambrell

Dorothy Gambrell Cat and Girl

Se la TV è una babysitter, internet è un bibliotecario ubriaco che non sta mai zitto.

Tecnicamente sarebbe necessaria soltanto una conferenza di viaggiatori nel tempo.

Dorothy Gambrell è l'autrice del web comic sperimentale di meta-narrativa Cat and Girl e del blog very small array.

L'inizio di Cat and Girl
tumblr


categorie: 

Stock video

nuclear blast


Su pond5.com, nel "The Public Domain Project", si trovano una serie di filmati (ed altri file) completamente di pubblico dominio che possono essere usati per realizzare montaggi video, sfondi per titoli ed altro ancora.

Diventa l'equivalente degli archivi di stock photos di public domain, ma per i video, i quali stanno diventando sempre più importanti per differenziare l'offerta di contenuti dal mare di parole che vengono immesse quotidianamente in rete.

image: http://triggerpit.com/

[via]

categorie: 

Il lungo viaggio di Yamamoto Otokichi

damn interesting Otokichi
Damn Interesting racconta la storia di Yamamoto Otokichi, quattordicenne imbarcato sulla Hojunmaru insieme ad altri 13 membri dell'equipaggio. L'imbarcazione di 15 metri che trasportava riso e porcellana a Edo nel periodo Sakoku, i secoli di chiusura assoluta al mondo esterno da parte del Giappone, finì danneggiata e fuori rotta a causa di una tempesta e navigò per mesi quasi alla deriva in pieno oceano Pacifico.

Il sito raccoglie decine e decine di storie di ogni genere ed ultimamente ognuna compare anche come articolo audio. Oltretutto un ottimo esercizio per migliorare il proprio inglese.

[via]

categorie: 

Genndy Tartakovskij Popeye

Popeye Genndy Tartakovskij


Genndy Tartakovskij, nato in Russia ma emigrato in Illinois con la famiglia a 7 anni, è cresciuto guardando le avventure animate degli anni '30 del marinaio creato da Segar: Popeye.

Leggere il nome del realizzatore di alcuni dei prodotti di animazione più interessanti degli ultimi anni (Star Wars: Clone Wars, Le Superchicche, Samurai Jack, Hotel Transylvania) è quindi una garanzia per il film dedicato al marinaio mangia-spinaci.

Il test di animazione, che non comparirà nella pellicola in uscita nel 2016, è la prova definitiva che lo spirito di Popeye sarà onorato nei minimi dettagli.

categorie: 

Golem Labs

Golem Labs
"AI" è diventata da anni una buzzword che gli esperti di marketing usano per vendere articoli. La discriminante tra un sistema "pre-programmato" e uno "intelligente" è semplicemente la capacità di apprendere.

C'è un nuovo acronimo in campo, quindi: E.H.E. (Evolutive Human Emulator), ovvero un sistema progettato per imparare, adattarsi e interpretare il mondo in modo indipendente.

In questo articolo i programmatori di Golem labs spiegano i componenti per la costruzione di un sistema del genere: personalità, emozioni, common core knowledge, forced feedback loops ed altro.

Personality and emotions for EHE-driven entities
facebook

[via]

categorie: 

2001 remixed by Steven Soderbergh

2001 a space odyssey
Steven Soderbergh, regista di successo e accademico del cinema, ha deciso di intraprendere una strada particolare che potrebbe diventare un trend molto interessante: rimontare capolavori durante il suo periodo di pausa da Hollywood.

Ha preso di mira per primo "Psycho", facendo un "fan edit" tra l'originale di Hitchcock e la versione di Gus Van Sant. Poi è stato il turno del titanico western di Michael Cimino che mise in ginocchio la United Artists: Heaven's Gate (108').

Per studiare la cura che Spielberg riversa nella messa in scena, un'abiloità rara che dà grandi soddisfazioni al pubblico, ha realizzato una versione di Raiders of the Lost Ark muta e in bianco e nero. Come dice Fincher ci sono un centinaio di modi di girare una scena, ma alla fine della giornata si riducono a due di cui uno è quello sbagliato.

Alla fine, dopo averne visionato qualsiasi versione su pellicola negli studi della Warner, ha deciso di profanare 2001, secondo una personale interpretazione dello stile di Kubrick nell'ottica delle tecnologia digitale attuale che permette di preservare le inquadrature stabili e le fonti di luce realistiche.

[via]

categorie: 

Thoresen Chess Engines Competition

okuribito


Nel 2010 Martin Thorensen ha creato un campionato di programmi per computer che giocano a scacchi che ha raccolto anche 130.000 spettatori nelle sfide che avvengono sul suo custom server da 6000$.

Le partite vengono trasmesse in diretta e online nel sito Thoresen Chess Engines Competition.

Magnus Carlsen, in questo momento il miglior giocatore (umano) al mondo, ha un punteggio ELO di 2862, mentre alcuni di questi programmi supererebbero ampiamente il 3000, e tra loro sono spesso protagonisti di match assolutamente spettacolari.

best chess of 2014
Anatomy of a Computer Chess Game

[via]

categorie: 

Crossy Road

Crossy Road

Crossy Road è un altro esempio lampante di come vanno realizzati i giochi casual sui mobile store.

Il gioco, rilasciato a novembre 2014, riprende palesemente la meccanica di Frogger (Konami, 1981) e Freeway (Activision, 1981).

Lo stile grafico è vincente, con dei voxel molto colorati che richiamano i gloriosi pixel degli originali e una prospettiva 3D che permette di scorgere gran parte del mondo di gioco e si adatta perfettamente agli schermi degli smartphone.

Inoltre quello che succede durante il gioco è esilarante, le mascotte sono azzeccate e i livelli sono generati in modo procedurale.

play.google.com
sito ufficiale
crossy road tips & hints
crossy road & unity ads


categorie: 

Predestination (2014)

Predestination
Predestination è un interessante pellicola australiana dei fratelli Spierig dove compaiono i paradossi del viaggio nel tempo.

Non ha un gran budget e nel cast non ha stelle sulla cresta dell'onda, nonostante performance assolute di Ethan Hawke and Sarah Snook. Rischia di passare inosservato e per questo merita una segnalazione.

Il soggetto è tratto da un racconto di Heinlein del 1958: All you zombies. Per quelli che non lo avessero letto: attenzione agli spoiler !

io9
sito ufficiale
wikipedia
rotten tomatoes


categorie: 

TED ED - TED for education

Come se già TED non fosse una versa e propria droga cognitiva, ora si aggiunge anche l'eccellente canale
TED Ed, un vero e proprio canale video stracolmo di brevissime ma puntuali lezioni su qualsiasi argomento: l'anno magico di Einstein, il sonno e la memoria, smascherare un bugiardo, come si diffondono i germi, la chimica delle auto, quanto pesa l'aria e mille altri.

facebook
twitter


categorie: 

Problemi Animali

animal problems

Animal Problems è un divertente web comic, realizzato interamente dal bravo illustratore e graphic designer Geoffrey Hewer-Candee, di Boston.

L'idea, davvero ottima, è quella di ricollocare i tipici problemi quotidiani nel mondo animale, non senza una vena di adorabile nonsense quasi favolistico.

At the heart of art should be enjoyment; if a piece isn’t enjoyable to look at/experience then it’s a complete failure. But that doesn’t mean that everything needs to be raindrops on roses and whiskers on kittens; beyond the visceral enjoyment should be cerebral substance. That is what makes good art.

sito dell'autore
twitter


categorie: 

Blank on Blank

Blank on Blank
Nomi famosi del mondo della cultura e dello spettacolo come Maurice Sendak, Bette Davis, Robin Williams, Maya Angelou, Tim Robbins. Vecchie interviste perdute ma molto interessanti per i loro discorsi fuori dal tempo e dentro la realtà, a cui PBS Digital Studios dona nuovo smalto con una cornice di animazione che sottolinea i concetti più importanti.

Questo è Blank on Blank.

facebook
youtube
twitter


categorie: 

12000 influence map

deviantart influence map


Osservare la "influence map" di un illustratore ci regala l'immancabile "dietro le quinte" della sua arte. Il codice estetico la cui summa, reinterpretata mediante abilità, talento e fantasia, è parte integrante delle sue creazioni. Un labirinto complesso a piacere di riferimenti con pesi specifici diversi, che si presentano in modi anche non immediatamente evidenti, una collezione di sapori di cui si riusciva ad apprezzare vagamente la presenza e di cui è bello trovare conferma.

Costruire una "influence map", per un artista, è l'occasione di riflettere sugli elementi fondanti del suo paesaggio mentale, sarà qualcosa di armonioso o dissonante ? Qualcosa che dalle similitudini trova un rafforzamento o dove viene generata energia dalle apparenti incoerenze ? Può essere una occasione di confronto, riflessione, introspezione e miglioramento del proprio metodo di lavoro.

Sicuramente è un esercizio divertente che fanno in molti.

deviantart
tumblr

[via]

categorie: 

Starbound

starbound


Starbound inizia con il giocatore all'interno di un veicolo spaziale in fuga dal suo pianeta natale, ogni razza tra quelle che è possibile scegliere ha motivazioni uniche per lasciarlo. Senza guida, alla deriva, è inevitabile perdersi in un mare di stelle. Ma per fortuna la navetta atterra su un pianeta abitabile. Ha inizio un'avventura attraverso tutto l'universo.

L'interno della nave è completamente personalizzabile, si possono esplorare dungeon sui pianeti, costruire abitazioni, trovare materiali. Molto ispirato a minecraft per la dimensione sandbox, ma con uno svolgimento 2D alla metroid classico.

Un'occhiata alla gallery ne rivela le dimensioni spropositate e le infinite possibilità.

starbound subreddit
twitter
starbounder (starbound wiki)
wikipedia


categorie: 

Edvige Faini

Edvige Faini

Edvige Faini è una illustratrice, matte painter e concept artist nata a Milano che, dopo aver studiato all'accademia di Brera, all'istituto europeo di design e alla gnomon school, ha collaborato con alcuni studios di Hollywood e che ora vive e lavora a Singapore per Square Enix.

concept art world
facebook
artstation
Making Of 'The Destroyer'
Making Of 'Demolition Mech'


categorie: 

Manik N Ratan

manik n ratan
Manik N Ratan è un cartoonist, fotografo e illustratore di Dhaka, in Bangladesh.

Il suo stile umoristico fa leva sulla commistione di illustrazioni tradizionali e oggetti di uso comune.

Simpatici mostri fanno capolino nelle scene e salgono a bordo di automobiline fatte di LEGO, rimangono prigionieri delle graffette, si levano in volo grazie a bocce natalizie e provano ad interagire con gli oggetti che l'artista sembra lasciare intenzionalmente sul tavolo perchè loro ci giochino.

instagram
twitter
facebook


categorie: 

La cultura "megane"

bayonetta


Gli occhiali (megane, 眼鏡) in Giappone. Tornati in auge da anni e nonostante il previsto floppone dei Google Glass, continuano a restare sulla cresta dell'onda per questioni sia funzionali, che estetiche, che tecniche. Per le strade non si contano i meganekun e le meganekko, ragazzi e ragazze non sempre afflitti da problemi visivi.

Nuovi materiali di origine militare si affacciano e continuano una tradizione iniziata nel 1500 con la lavorazione del quarzo. Le maggiori compagnie: Nikon (fondata nel 1917), Pentax e Olympus (1919), Minolta (1928) e Canon (1933), hanno iniziato a differenziare i prodotti, ma alla loro base c'è un forte know how sulla tecnologia ottica.

Le montature si fanno sempre più fantasiose, seguendo trend dettati sulla carta da manga e anime, la correzione delle lenti è spesso un po' azzardata, visto che non richiede i controlli operati in occidente, e intanto iniziano ad arrivare le tecniche di misurazione dell'ampiezza della pupilla, che è un forte indicatore emotivo.

Nel futuro noi guarderemo il mondo attraverso gli occhiali, e gli occhiali guarderanno attraverso di noi.

Megane Culture: Japan’s Love Affair with Glasses


categorie: 

Pages