Asia

Giappone, cultura giapponese, Cina, eventi dell'estremo oriente

Boku No Natsuyasumi

Boku no Natsuyasumi (ぼくのなつやすみ, "la mia vacanza estiva") è un gioco del 2000 per Playstation, parte della serie "Boku no Natsuyasumi", che ricorda The Inaka Project del quale abbiamo parlato di recente.

Il gioco ruota attorno a Boku, un bambino di 9 anni mandato da suo zio e sua zia nella campagna boscosa del Giappone. Ogni giorno è un'avventura. Boku è lì perché sua madre è nell'ultimo mese di gravidanza. Il giocatore lo controlla per i 31 giorni dell'agosto 1975 (in Giappone, una vacanza estiva, chiamata natsuyasumi (なつやすみ) dura un mese).

Si esplora l'area di gioco e si possono prendere insetti e metterli l'uno contro l'altro, raccogliere tappi di bottiglia, volare un aquilone, o semplicemente rilassarsi.

Kaz Ayabe, il game designer, voleva realizzare una simulazione del mondo reale, del cosiddetto "slice of life". I dintorni sono ispirati alla cittadina di Tsukiyono, nella prefettura di Yamanashi (vicino al monte Fuji).


Shirobako

Shirobako
Shirobako (シロバコ, lett. scatola bianca) è un anime del 2015 realizzato da Warner e lo studio P.A. Works e diretto da Tsutomu Mizushima.

E' quasi scontato definire Shirobako semplicemente geniale. Gli autori hanno sapientemente mescolato gli elementi realizzando uno spettacolo ricco di significato. Oltre ad essere una rivelazione sul processo produttivo delle serie anime, ci racconta anche una storia affascinante, con uno splendido cast di personaggi e un design vivace senza mai essere appariscente né esagerata. Pulito, semplice, ma più che sufficiente per portare a buon fine la storia e per distinguere un personaggio dall'altro. Anche il sound design essenziale è perfettamente adatto al contesto.

TV tropes
Shirobako Wiki
ANN
animeclick
MAL

[via]

categorie: 

The Inaka Project

The Inaka Project
The Inaka Project, creato dallo studente di illustrazione e game designer Fujio Inasa, è un gioco narrativo in prima persona che trasporta i giocatori direttamente nel ruolo di un postino che svolge il suo lavoro nell'idilliaca campagna giapponese.

Fujio lavora sotto pseudonimo e la sua storia rimane una sorta di mistero, ma rivela che è stato ispirato da un'estate trascorsa nella casa della nonna a Osaka, dove ha trascorso un po' di tempo lontano dal trambusto della vita cittadina.

"I luoghi turistici più popolari sono appariscenti ed emozionanti", dice. "Quei luoghi hanno un fascino particolare, ma mi piaceva molto passeggiare per i quartieri residenziali e le fattorie, quindi ho deciso di creare un gioco per replicare quell'esperienza".

patreon
Inatan-san
octocurio
reddit gaming

[via]

categorie: 

Hayao Miyazaki’s World - 'Best of' Booklet

Hayao Miyazaki’s World - 'Best of' Booklet

Hayao Miyazaki’s World - 'Best of' Booklet è un saggio di Tamah Nakamura che spiega come, in Giappone, Hayao Miyazaki sia considerato molto più di un regista, ma un vero pensatore e filosofo.

Il libro attraversa la produzione artistica di Miyazaki, approfondendo ecologismo, simbologia, natura umana e molti altri aspetti in film come "Totoro", "Mononoke", "Nausicaa" e "La città incantata".

[via]

The Philosophy of Miyazaki – Wisecrack Edition

Metroid & Metroid Prime

BBK Dragoon ci parla del capolavoro di Nintendo e Retro Studios: Metroid Prime, un franchise seminale e critico per l'industria dalla vita sempre travagliata.

Metroid
The Spectacular Story Of Metroid, One Of Gaming's Richest Universes


The History of 2D Metroid

METROID - Space and Time - The History of Metroid - EP Documentary

Metroid: The Complete History - SGR

categorie: 

The Silk Roads

The Silk Roads
"Per secoli, la fama e la fortuna si sono trovate in Occidente, nel Nuovo Mondo delle Americhe. Oggi, è l'est che richiama coloro che sono alla ricerca di avventure e ricchezze. La regione, che si estende dall'Europa orientale e che attraversa l'Asia centrale fino alla Cina e all'India, sta assumendo un ruolo centrale nella politica, nel commercio e nella cultura internazionale - e sta plasmando il mondo moderno."

"Questa regione, il vero centro della terra, è sconosciuta a molti occidentali. Eppure è qui che la civiltà stessa ha avuto inizio, dove le grandi religioni del mondo sono nate e si sono radicate. Le Vie della Seta non erano una serie di collegamenti esotici, ma reti che collegavano tra loro continenti e oceani. Lungo di esse scorrevano idee, merci, malattie e morte. La dove gli imperi si vincevano e dove venivano irrimediabilmente persi. Con l'emergere di una nuova era, i modelli di scambio rispecchiano quelli che hanno attraversato l'Asia per millenni. Le strade della seta sono di nuovo in aumento."

The Silk Roads
Silk Road
Peter Frankopan
goodreads.com


categorie: 

NHK easy news

NHK easy news
NHK easy news è il sito di NHK che riguarda le notizie, scritto in giapponese semplificato.

Un ottimo aiuto per chi impara la lingua e deve esercitarsi nella lettura.

- le news sono interessanti,
- sono sempre aggiornate quotidianamente.
- sono abbastanza brevi e quindi si impegnano solo alcuni minuti.
- si possono anche far comparire/sparire i furigana.
- vengono anche lette a velocità ridotta.

Consigliate dal sensei Naruse soprattutto per chi è almeno al livello JLPT N4 o si sta preparando.

[via]

categorie: 

La Tokyo di Masashi Wakui

Masashi Wakui

Tokyo è la principale fonte di ispirazione del fotografo giapponese Masashi Wakui, specializzato in vedute notturne di paesaggi urbani. Nato nel 1978, porta nella capitale giapponese un occhio affascinante e poetico, che cattura continuamente nel corso delle sue peregrinazioni notturne.

Nel 2012 scopre una nuova macchina fotografica che gli ha permesso di estrarre immagini fisse di scatti realizzati riprendendo una scena in altissima definizione. Diventa sempre più interessato e realizza così le sue prime fotografie, modificando successivamente i colori e l'illuminazione con l'aiuto di un software di ritocco.

sito ufficiale
flickr
instagram
this is colossal
yellow korner
twitter


categorie: 

John Walsh - Super Eyepatch Wolf

John Walsh racconta di anime, cartoon, videogame e altri media in modo arguto, e ben documentato, raccogliendo dati e lasciando perdere per quanto possibile le opinioni soggettive.

Qui sopra ci spiega esattamente le ragioni della caduta dei Simpson, la serie tv più innovativa di qualche decennio fa, e nel fare questo ci rende partecipi del significato di gusto, di saper scegliere, comprendere e apprezzare davvero quello che si guarda, per evitare di ingozzarsi di qualsiasi cosa venga scelta da un algoritmo e farlo diventare come un passatempo qualsiasi.

instagram
twitter
patreon
youtube



Huang Hai

Huang Hai Totoro

Spoon & Tamago ci racconta dello splendido poster che accompagna l'uscita del remaster digitale di Totoro in Cina, ad opera del leggendario illustratore cinematografico Huang Hai.

Da notare che in Cinese, dove i nomi propri curiosamente vanno tradotti con gli ideogrammi, Totoro diventa 龙猫 (o 龍猫) ovvero il "gatto-drago". Satsuki e Mei sembrano correre in mezzo di un prato dall'erba altissima, che però si rivela essere la pelliccia del nostro Spirito della Foresta preferito.

I poster di Huang Hai

[via]

Shohei Otomo

Shohei Otomo

Shohei Otomo è un artista giapponese che da anni si fa notare con le mostre della sua arte in giro per il mondo.

Tutte le sue opere roboanti, dense di carisma e sicurezza di sé, sono realizzate con la penna a sfera ed uno stile iperrealista e si ispirano alla frenetica vita della conurbazione di Tokyo.

Lo sguardo dell'autore ovviamente va oltre la superficie e si dedica invece ad indagare il lato nascosto, quello dove emerge una attitudine della popolazione spericolata ed indifferente, annegata nello stress.

Nota a margine: suo padre è l'autore di Akira, Katsuhiro Otomo.

instagram
hakuchi.jp
pinterest


20 anni di playstation - 20 storie su Ken Kutaragi

Ken Kutaragi


Ventiquattro anni fa, Ken Kutaragi attraversava il quartiere elettronico di Tokyo, raggiante di orgoglio, mentre i fan lo trattavano come un dio. Dopo anni di tentativi di realizzare una console di gioco - tra cui una collaborazione ben pubblicizzata con Nintendo, un tentativo meno pubblicizzato con Sega e dibattiti interni sull'opportunità che la mega azienda di Tokyo entrasse nel business da sola - Sony era riuscita nell intento. Con l'aiuto di centinaia di altri, l'ingegnere quarantenne aveva preso un'idea e l'aveva evoluta in quella che ora conosciamo come PlayStation.

Polygon pubblica 24 succose storie sull'ambiziosa, complessa figura del creatore della Playstation.

L'articolo in formato PDF

[via]

categorie: 

Wa - La via giapponese all'armonia

Wa - La via giapponese all'armonia
Nell'antico nome del Giappone "Yamato" il kanji 大 significa "grande" and 和 ("wa") significa "armonia".

In "Wa - La via giapponese all'armonia" la scrittrice Laura Imai Messina, che insegna lingua italiana all'università a Tokyo ed è ricercatrice di letterature comparate, prende spunto dalle 72 brevi stagioni e associa a ciascuna di esse una parola molto importante, oltre ad altre collegate, che ci illuminano sulla cultura e il modo di vivere del paese del Sol Levante, soprattutto in relazione al modo occidentale di vedere le cose.

La copertina molto light rischia di nascondere un libro imperdibile, prezioso e consigliatissimo per chi è interessato davvero alla cultura giapponese, che offre uno o più spunti di profonda riflessione ad ogni pagina.

Giappone Mon Amour - il Blog
facebook
instagram

twitter
sito ufficiale


categorie: 

L'università giapponese WASEDA e la robotica

La ricerca robotica alla WASEDA University (早稲田大学 Waseda Daigaku, abbrev. Sōdai 早大) è iniziata nel 1970 con WABOT, un progetto interdisciplinare guidato dal professor Ichiro Kato, noto come il padre dello sviluppo dei robot. Nel 1973 il suo team ha completato WABOT-1, un robot umanoide bipede in grado di condurre una semplice conversazione. Nel 1984 annunciarono WABOT-2, che poteva leggere una partitura musicale e suonare un organo elettronico con entrambe le mani e i piedi.

"La ricerca robotica comporta lo sviluppo di tecnologie in vari campi dell'ingegneria e l'approfondimento della nostra comprensione degli esseri umani."

WASEDA robotics international center
Humanoid Robotics Institute - Waseda University

[via]

categorie: 

Eriko Kawasaki - Erikottero

Chissà chi è il giapponese che vive in Italia più famoso. Eriko Kawasaki potrebbe aspirare al "titolo". Simpatica, carina, divertente, parla già bene l'italiano, canta, suona il piano, fa la modella, insegna e sa fare un sacco di altre cose.

E' davvero un'ottima ambasciatrice della cultura del Sol Levante.

Recentemente ha imparato a realizzare e fare editing di video su youtube, ed ha già accumulato 20000 "spettatori".

twitter
facebook
instagram


categorie: