Asia

Giappone, cultura giapponese, Cina, eventi dell'estremo oriente

La valle degli spaventapasseri

Valley of Dolls from Fritz Schumann

L'isola delle quattro province, lo Shikoku, è uno dei luoghi più sottovalutati del Giappone. Prevalentemente rurale, vive da decenni un progressivo spopolamento al quale Ayako Tsukimi ha deciso di rispondere in modo molto singolare: realizzando spaventapasseri (kakashi) che rappresentano "chi se n'è andato".

The scarecrow master of Shikoku

[via]

categorie: 

Kazuo Ishiguro e il Terzo Spazio

Kazuo Ishiguro
Il mondo accademico chiama "terzo spazio" una teoria sociolinguistica sull'identità e la comunità. La mescolanza di luoghi diversi nella vita di una persona crea una prospettiva unica, basata sulla mescolanza culturale, ed in genere dona una visione esterna che non ha bisogno di schierarsi dall'una o dall'altra parte.

Kazuo Ishiguro ha ricevuto il premio Nobel per la letteratura l'anno scorso, e c'era una certa confusione, soprattutto in Giappone, per quanto riguarda la nazionalità dello scrittore. Nato a Nagasaki nel 1954, Ishiguro si è trasferito nel Regno Unito all'età di 5 anni e ha acquisito la cittadinanza nel 1982. recentemente lo scrittore è stato nominato anche baronetto.

"Alcune gemme del canone della letteratura inglese - si pensi a "Cuore di Tenebra" di Joseph Conrad o a "Lolita" di Vladimir Nabokov - sono state scritte da emigranti di altre nazionalità, utilizzando l'inglese come una seconda lingua. In un'ottica simile, il romanzo della seconda guerra mondiale "Il ponte sul fiume Kwai", scritto dal francese Pierre Boulle, cattura la mentalità degli inglesi e dei giapponesi."

Dopo alcuni racconti inediti ambientati in Inghilterra, Ishiguro si è rivolto al Giappone per il suo primo romanzo, con l'obiettivo di preservare il paese nel suo racconto prima che questo svanisse dalla sua memoria. Ambientato per lo più nel dopoguerra a Nagasaki, "A Pale View of Hills" è impresso con i marchi tipici dell'autore: il narratore inaffidabile e l'auto-inganno che avvolge la memoria. La posizione di Ishiguro gli permette di inchiodare i manierismi giapponesi e le conversazioni circolari, mentre, a distanza in Inghilterra, approfondisce anche le questioni relative alla colpa e alla negazione giapponese.

In seguito ha poi scritto: "Quel che resta del giorno", dal quale è stato tratto il bel film della coppia Merchant Ivory.

[via]

City Pop シティポップ RADIO

City Pop シティポップ RADIO è una live radio su youtube che manda in onda oltre 30 ore di questo sottogenere musicale giapponese che si è sviluppato durante il miracolo economico degli anni '80. Comprende elementi di jazz, funk, soul e disco. Alcune delle star: Maria Takeuchi, Tatsuro Yamashita e e Taeko Ohnuki.

Van Paugam, giovane musicista e dj, conceptualist è l'anima di questa riscoperta. Qui una intervista.

The Guide to Getting Into City Pop, Tokyo’s Lush 80s Nightlife Soundtrack

[via]


What is Plastic Love ?

categorie: 

Hirokazu Kore-eda: Shoplifters

shoplifters

Hirokazu Kore-eda (是枝 裕和) ha vinto la Palma d'Oro a Cannes con Shoplifters (万引き家族 Manbiki Kazoku).

Il pellicola del genere "slice of life" descrive una famiglia che lotta per sbarcare il lunario, e si trova costretta a rubare nei negozi per vivere. Il film è prima di tutto uno sguardo universale sulla definizione di famiglia. Tuttavia il regista ha anche voluto richiamare l'attenzione sulle persone invisibili nella società e sui problemi sociali che vengono trascurati. Nella scrittura della storia si è ispirato alle news dei media per descrivere un fenomeno attualmente in crescita in tutto l'occidente.

Dark Side of the Raising Sun
Can Hirokazu Kore-eda’s success with ‘Shoplifters’ shed some light on poverty in Japan?
Larceny Is Part of Family Love in Cannes Winner “Shoplifters”

[via]

categorie: 

Quattro passi nell'elettronica con Ken Shirrif

76477 chip Space Invaders
Ken Shirriff, ex ingegnere della Xerox, in questo articolo, fa una bellissima disamina del 76477.

Il chip sonoro di Space Invaders è il responsabile dei suoni iconici che nel 1978 ipnotizzarono una generazione e segnarono l'invasione dei videogame nelle menti dei giovani di tutto il mondo.


Yasuto Sasada

Yasuto Sasada
Yasuto Sasada, nato nel 1985, è attivo come artista dal 2000. Il successo è arrivato nel 2014, quando ha collaborato con Yohji Yamamoto per incorporare elementi del suo lavoro nella collezione autunno/inverno dello stilista.

"I miei quadri vorrebbero trasmettere il concetto della vita, delle creature viventi", dice Sasada. Spesso però incorpora elementi meccanici nei suoi soggetti. Lavora incessantemente con penne colorate ultrasottili e crea composizioni dense e fantasiose che spesso fondono elementi di mitologia, tecnologia e fantasia.

google images
instagram
pinterest
vimeo
facebook

[via]

categorie: 

Ukiyo-e Ferroviari

Japan Seibu Railway Manner Poster
L'anno scorso la Seibu Railways ha lanciato una nuova campagna di manifesti per educare i viaggiatori sul galateo ferroviario. Visto l'aumento del turismo in Giappone di recente, la compagnia ha deciso di creare i suoi manifesti in uno stile ispirato alle tipiche xilografie ukiyo-e.

In giapponese viene dato loro il titolo di "denshanai meiwaku zue" (電車内迷惑図絵), che è coerente con le tradizionali convenzioni di denominazione ukiyo-e e si traduce approssimativamente in "immagini fastidiose in treno e in auto".

[via]

categorie: 

Distributori Automatici - Vending Machines

Japanese Vending Machines
Tra le mille e mille cose che urlano "Giappone!" non possono mancare i distributori automatici. Le meravigliose japanese vending machines. Sono oltre 5 milioni, una ogni 23 abitanti circa. Annualmente il giro d'affari è di 60 miliardi di dollari e in vendita si trova di tutto, dalle mutande alle carote bollite, dai modellini di corazzata al ragù.

Eiji Ohashi è un fotografo che vive a nord, in Hokkaido, dove gli inverni sono molto rigidi. I distributori immersi nella neve, il bagliore dell'elettricità che illumina i fiocchi umidi e gelati, sono un panorama tipicamente nipponico, emblematico di quell'inossidabile tratto culturale che riguarda il non arrendersi mai davanti alla forza della natura.

‘Roadside Lights’: Capturing Japan through its lonely vending machines
medium
Japan's love affair with vending machines
JVMA - facebook

[via]

categorie: 

Archipel - Toco Toco

A partire dalla fine del 2016, abbiamo visto il lancio di una serie di giochi giapponesi
che sono stati acclamati dalla critica sia in Giappone che all'estero.

Il team di Archipel ha incontrato alcuni dei loro direttori per discutere il loro punto di vista su questo nuovo rinascimento e sullo stato dell'industria giapponese dei videogame.

Da non perdere anche gli altri video su Archipel, dove compaiono molti artisti e sviluppatori giapponesi interessanti.

twitter
instagram
facebook


toco toco - Akira “Akiman” Yasuda, Illustrator

toco toco - Yoko Taro, Game Creator

toco toco - Jiro Ishii, Game Creator

100 Manga Artists

100 Manga Artists

100 Manga Artists (Taschen), con questa edizione rivista e aggiornata, presenta maestri come Osamu Tezuka (creatore di Astro Boy) e Katsuhiro Otomo (creatore di Akira), nonché i nuovi arrivati più emozionanti come Hajime Isayama e, naturalmente, i loro dirompenti personaggi.

Un elenco di stelle del fumetto giapponese che mostra come il Manga abbia influenzato tutto, dalla pubblicità a film come Kill Bill.

goodreads
libri.it


categorie: 

Ma no Nisai - I terribili due (anni)

Crayon Shin Chan Ma no Nisai
"Ma no Nisai" significa l'età terribile quando i bambini di due anni iniziano a fare i capricci e fare arrabbiare i genitori.

La via giapponese per insegnare ai bambini come comportarsi segue l'arte (poteva essere altrimenti ?) della disciplina (躾 shitsuke: anche educazione).

I genitori non rimproverano immediatamente i bambini, ma aspettano di essere da soli con loro, per punire solo il comportamento e non la persona, e cercano di costituire un esempio loro stessi. Il tutto in continuità con la scuola, dove gli studenti tengono in ordine e puliscono.

Non è un modello perfetto, ovviamente, ma per quanto riguarda la disciplina funziona abbastanza bene.


categorie: 

Come usare Google per il giapponese

google nihongo japanese aid
Il Japan Times pubblica un articolo nel quale si spiega come imparare da google.co.jp (usare le impostazioni di regione in settings -> search settings per vedere la pagina giapponese) per avere degli esempi (例文)

- Aggiungere 敬語 (keigo, più formale) a qualsiasi frase.
- scrivere 行きたい e osservare la lista dei suggerimenti di autocompletamento
- usare le virgolette in modo strategico

Tutto questo per evitare di 車輪の再発明 (sharin no sai-hatsumei, reinventare la ruota).

[via]

categorie: 

Jiro Taniguchi

Jiro Taniguchi


Jiro Taniguchi, mangaka scomparso nel febbraio del 2017, è forse più famoso in Europa che in Giappone. Forse perchè si ispirava a maestri come Moebius e Schuiten. E' stato anche uno dei tre autori giapponesi a ricevere il "Chevalier of the Ordre des Arts et des Lettres", insieme a Katuhiro Otomo e Leiji Matsumoto.

Fece il suo esordio negli anni '70 sulle pagine di Young Comic Weekly, ma fu negli anni '80 che il suo stile si consolidò nel realistico Gekiga.

manga forever
tcj
myanimelist
ibs

[via]

Tokyo Treat

Tokyo Treat
Savvy Subscription offre un servizio di abbonamento con il quale ci si assicura una fornitura mensile di popolari snack giapponesi tra cui dagashi, anime, Kinosei, Kawaii, caramelle giapponesi, bastoni umaibo, Glico, bevande ed altro ancora!

Dosi al di sotto della soglia glicemica di allarme e packaging folle e spettacolare come solo nel Sol Levante.

Tokyo Treat
Candy Japan

Candy Japan New Box A/B test


categorie: