cultura

letteratura ed altro

Il Leonardo musulmano: Al-Jazari

Al-Jazari fu un eminente studioso nato nel 1206, nel pieno dello splendore del periodo d'oro della storia musulmana, che coincide con il medioevo europeo. Probabilmente da noi invece di spendere tanto tempo a studiare 1000 anni nei quali la cultura si è ibernata sarebbe meglio volgere lo sguardo a oriente e scoprire un mondo che ha continuato ad andare avanti e ad arricchire scienze come la matematica, l'astronomia e l'ingegneria.

L'amore per i meccanismi, le stelle e gli automi si esprime, per Al-Jazari, nella sua opera più importante: il "libro della conoscenza degli ingegnosi dispositivi meccanici" (al-Jami Bain al-Ilm Wal-Amal al-Nafi Fi Sinat'at al-Hiyal). Un testo di importanza cruciale che parla di astrolabi, pompe, orologi e molto altro e che ancora oggi è il fondamento per discipline come l'ingegneria meccanica: pesi, carrucole, manovelle, ruote dentate, tecnica di laminazione. Infiniti segreti di valore inestimabile erano scritti nero su bianco (a dir la verità dipinti, Al-Jazari era anche un artista, come lo fu Leonardo) mentre in Europa riscoprire ogni singolo progresso sarebbe costato decenni di tentativi e studi.

Al-Jazari from icons.uk-org
[via Heather McDougal's Cabinet of Wonders]

categorie: 

Gustav Klimt

Gustav Klimt fu un artista sorprendente, in bilico fra simbolismo e Art Nouveau. Le sue opere sono ampiamente conosciute e riprodotte su francobolli, cartoline e scatole di cioccolatini, e i suoi quadri vengono battuti all'asta per cifre da record.

categorie: 

L'ipotesi di Riemann

David Hilbert, insigne matematico, all'inizio del secolo scorso stilò una lista dei 23 problemi matematici da risolvere nell'arco del secolo. Tra questi il teorema di Fermat, che aveva beffato per ben 300 anni schiere di studiosi agguerriti.

Tutti i 23 problemi sono stati risolti, ha ceduto anche Fermat (non senza patemi visto che la prima voluminosa dimostrazione aveva un errore). Ha resistito solo l'affascinante ipotesi di Riemann che spiega la natura dei numeri primi. Questi sono i mattoni della matematica così come gli elementi sono i mattoni della chimica. Sono i numeri primi che costruiscono tutti gli altri.

Bernhard Riemann trovò che esisteva una armonia nell'apparente caos della successione dei primi, ma i matematici sono gente estremamente sospettosa. Una "congettura" è una idea plausibile, una "ipotesi" è una idea molto plausibile e molto probabilmente vera, ma solo un "teorema" è inconfutabilmente vero e può essere usato come arma per ulteriori scoperte che allarghino il paesaggio conosciuto della matematica.

"L'enigma dei numeri primi" è la storia di questo mistero, un giallo sui numeri raccontato con passione e competenza e un tono accessibile a tutti.


categorie: 

Vanna Vinci

Vanna Vinci è una delle artiste che hanno meglio coniugato oriente e occidente nella loro opera. Il suo stile deve molto al manga ma rimane personale, originale, dolce e amaro, semplice ma ricercato.

Nel 1999 ha anche vinto il premio Yellow Kid come miglior disegnatore. Ma è anche l'autrice delle sue storie che mescolano l'autobiografico con il magico, il reale con l'immaginario.

Tra le curiosità la passione di Vanna per i titoli che rimandano a film, canzoni e libri famosi e l'ambientazione di alcune trame in una Bologna evocata con grande maestria.

Sono fatta di Bologna: intervista a Vanna Vinci
sito ufficiale
wikipedia
La Bambina Filosofica
facebook
XL
Il Post
Tamara de Lempicka
fumettologica
bilbolbul
lo spazio bianco

image by Vanna Vinci

categorie: 

Magna Veritas

Le potenza di una storia si misura sempre sul calibro del suo "cattivo". La Dame de Faiences si è stabilita a Feria come ambasciatrice di terre lontane ed è divenuta signora incontrastata della diceria e delle cospirazioni. Tutti la conoscono ma nessuno sa che lei serve un potere oscuro e malvagio, che ha costruito il suo corpo e la sua maschera di maiolica. Quando l'intrigo non è più sufficiente fa ricorso ai suoi pugnali persiani "Nomen" e "Omen".

Magna Veritas è realizzato dal duo tutto italiano composto da Jacopo Camagni e Marco Felicioni ed è una storia complessa con alcuni richiami alle saghe di Final Fantasy.

La Dame de Faiences by Adi Sukardi



categorie: 

William Gibson

William Gibson ha rilasciato una intervista in tre parti ad Amazon nella quale si parla del suo nuovo libro: "Spook Country", ambientato (come già il best seller: "Pattern Recognition") in un presente giunto a convergenza con il barocco futuro delle sue precedenti storie di fantascienza.

Lo stile di Gibson è evoluto a tal punto da "far ascoltare la frequenza della vita attuale con una sensibilità che la nostra normale antenna non potrebbe mai raggiungere".

Lo scrittore parte da una traccia della trama e una veloce caratterizzazione dei protagonisti e si imbarca nel viaggio dentro alla storia così come potrebbe fare il lettore. Strumenti di lavoro Word e Firefox, puntato sempre su google per veloci approfondimenti.

La proverbiale densità di Gibson viene analizzata a fondo in PR Otaku.

William Gibson @ Amazon

UPDATE: La fantascienza non ha saputo immaginare google by William Gibson
William Gibson e in suo ipad


categorie: 

Pages