cultura

letteratura ed altro

Ouroboros

ouroboros
Ouroboros è un antico simbolo raffigurante un serpente o drago che mangia la propria coda. Originario dell'antica iconografia egizia, l'ouroboros è entrato nella tradizione occidentale attraverso la tradizione magica greca ed è stato adottato come simbolo nello gnosticismo e nell'ermetismo e soprattutto nell'alchimia.

Il termine deriva dal greco antico: οὐροβόρος, da οὐρά (oura, "coda") e βορά (bora, "cibo"). E' un simbolo molto affine al concetto di "senza fine" che caratterizza la generazione procedurale.


categorie: 

Chernobyl HBO



Il numero di cose di grande interesse sulla miniserie HBO ispirata al disastro di Chernobyl è praticamente infinito, non a caso sono state realizzate diverse puntate companion del podcast ufficiale. Ma basta sapere che, come si capisce immediatamente dallo spettacolare e sinistro trailer, è scritta in modo eccellente ed aderentissimo ai fatti accaduti realmente, è girata alla perfezione ed interpretata in modo magistrale da Jared Harris, Stellan Skarsgard e Emily Watson. La serie è schizzata immediatamente in testa alla classifica delle migliori mai realizzate e ha avuto un enorme riscontro di pubblico.

Si tratta della più grave catastrofe creata dall'uomo, avvenuta realmente all'1:23:45 della notte del 26 aprile 1986, al confine tra Ukraina e Bielorussia, quando ancora esisteva l'Unione Sovietica. Il nocciolo del reattore della centrale nucleare rimase esposto per giorni, durante i quali l'emissione di radiazioni equivaleva a due esplosioni di Hiroshima, ogni ora. Le misure e gli eroici sacrifici necessari per rimediare ad un disastro di tale portata furono devastanti e incommensurabili, e ancora oggi il sarcofago che rinchiude quello che resta delle 200 tonnellate di combustibile fissile altamente radioattivo durerà per soli altri 100 anni.

the moscow times
Valery Legasov
Legasov's indictment of Chernobyl management
Chernobyl miniserie


categorie: 

Fantasista Utamaro ラッキー☆オーブ feat. 初音ミク



Fantasista Utamaro, direttore di animazione, illustratore, designer, textile pattern artist e art director, realizza "Lucky Orb", il video del 5° Miku Expo, che quest'anno si terrà a Taiwan e Hong Kong. E la canzone è di emon.

La nostra ologramma preferita, la geisha del 2000, idol e pop star, al centro di un diagramma di Venn nel quale si sovrappongono tutte le spettacolari dicotomie del Giappone, non perde colpi e continua a macinare video ed eventi, ora nelle mani di alcuni dei più famosi artisti contemporanei, curiosi di cimentarsi con la prima icona virtuale della storia.

Hatsune Miku


Dragon's Lair Legacy by Harris Bomberguy



Harris Bomberguy (non proprio il suo vero nome, ma quasi) crea video su youtube che cercano di essere divertenti e intelligenti, di far passare un punto importante ma senza essere noiosi o pomposi. Una ricetta fatta di semplice buonsenso, ma realizzarla non è affatto facile. Soprattutto quando poi si distrugge una serie molto amata.

patreon

[via LMB]

Outsiders: How To Adapt H.P. Lovecraft In the 21st Century

categorie: 

Bland Tomtar och Troll

Bland Tomtar och Troll
I Svezia, da oltre un secolo, viene pubblicato ogni natale "Bland Tomtar och Troll" ("Fra gnomi e troll"), una collana di racconti e fiabe del folklore scandinavo.

Ideata nel 1907 dall’editore Erik Åkerlund raccoglie i migliori artisti svedesi. Il primo fu John Bauer (1882-1918), seguito da Aina Masolle (1885-1975), Gustav Tenggren (1896-1970), Einar Norelius (1900-1985) e Hans Arnold (1925-2010).

animationresources.org
L'elenco su SEMIC

[via]

categorie: 

Lo stato delle community artistiche su internet

artsy art communities
Loish ha parlato con Kelsey Ables di Artsy della parabola delle community artistiche su internet.

Dal 1992, anno del caricamento della prima foto sul web, c'è stata una esplosione di immagini, opere e capolavori accessibili istantaneamente da ogni parte del mondo, la scoperta di artisti altrimenti nascosti e forse impossibili da scovare, ma ora le cose si stanno ingarbugliando e stiamo assistendo ad una netta involuzione.

La commercializzazione e gli inevitabili meccanismi economici dietro ai "big player" hanno fatto sì che l'apprezzamento e le interazioni (engagement) spesso si riducano a meri "like" e vuoti cuoricini, e le opere vengano esposte in mezzo a piatti di pasta e foto delle vacanze. Lo spazio per una critica costruttiva e commenti sensati si è ridotto e viene oscurato dal rumore assordante di internet.

[via]

categorie: 

Lo Stoicismo

Lo Stoicismo è una branca della filosofia che insegna il controllo di sé e la forza d'animo per contenere le emozioni distruttive.

"Omnis enim ex infirmitate feritas est."

- Seneca

Le 5 lezioni
Why Is Silicon Valley So Obsessed With the Virtue of Suffering?
A Stoic’s Key to Peace of Mind: Seneca on the Antidote to Anxiety

[via]

7 Stoic Exercises For Inner Peace

Amor Fati | Stoic Exercises For Inner Peace

categorie: 

Homo Ludens

Homo Ludens
Homo Ludens è un libro scritto nel 1938 dallo storico e teorico culturale olandese Johan Huizinga. Si discute dell'importanza dell'elemento ludico della cultura e della società.

Huizinga suggerisce che il gioco è primario ed è una condizione necessaria (anche se non sufficiente) per l'arricchimento della cultura. La parola latina "Ludens" è il participio attivo presente del verbo ludere che è a sua volta affine al sostantivo ludus: gioco. In altre lingue assume significati leggermente diversi che è interessante confrontare.

Gli argomenti sono:
I - natura e significato del gioco come fenomeno culturale
II - il concetto di gioco come espresso nel linguaggio
III - il gioco e il contesto come funzioni di civilizzazione
IV - il gioco e la legge
V - il gioco e la guerra
VI - il gioco e la conoscenza
VII - il gioco e la poesia
VIII - elementi di mitopoiesi
IX - la forma del gioco in filosofia
X - la forma del gioco nell'arte
XI - il gioco in occidente
XII - l'elemento ludico nella civiltà moderna

Homo Ludens - Il Libro in PDF
il concetto di "magic circle"


Le linee guida dell'Europa sull'intelligenza artificiale

okuribito


"Ethics Guidelines for Trustworthy Artificial Intelligence (AI)" è un documento preparato dal High-Level Expert Group on Artificial Intelligence (AI HLEG). Questo gruppo di esperti indipendenti è stato istituito dalla Commissione europea nel giugno 2018, nell'ambito della strategia sull'intelligenza artificiale annunciata all'inizio dello stesso anno.

Il gruppo ha presentato la prima bozza nel dicembre 2018 e vengono identificati sette principi fondamentali:

- Controllo e supervisione umana
- Robustezza tecnica e sicurezza
- Privacy e governance dei dati
- Trasparenza
- Diversità, non discriminazione ed equità
- Benessere sociale e ambientale
- Responsabilità

Nel frattempo l'industria si sta muovendo molto in fretta principalmente secondo logiche di mercato. Per non parlare di quello che staranno facendo i militari, visto che tendono ad essere tecnologicamente avanti. Ai tempi di Napoleone sul campo di battaglia si "giocava a scacchi", e questo continua ad essere più e meno sempre vero. Ma temo che presto la guerra comincerà ad essere quella dipinta da Kojima in Metal Gear.


categorie: 

Mattia Torre

categorie: 

Analisi: La Nascita del Calcolo con Newton

Isaac Newton
From counting with stones to artificial intelligence: the story of calculus è un articolo di Nature che parla del libro di Steven Strogatz "Infinite Powers", come l'analisi matematica riveli i segreti dell'universo.

Per una crudele ironia sia Newton che Leibnitz morirono tra atroci sofferenze per dei calcoli, alla cistifellea l'uno e ai reni l'altro. Un "giusto contrappasso" potrebbe pensare chi abbia dovuto sostenere l'esame di analisi I all'università.

Partendo dagli antichi greci, il libro si conclude con le connessioni tra il campo e l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico. Il calcolo è stato fondamentale per lavorare con le leggi della meccanica di Newton, che diedero il la alla rivoluzione industriale. Ed è anche centrale per la meccanica quantistica, che è alla base della rivoluzione moderna nei computer e nelle comunicazioni.

Il libro è una sfilata di luminari, tra cui Galileo, Johannes Kepler, René Descartes e Pierre de Fermat.

Philosophiæ Naturalis Principia Mathematica

[via]

categorie: 

La Tavola Periodica

La Tavola Periodica


Il 18 marzo 2019 si celebrano i 150 anni dalla pubblicazione della prima versione della Tavola degli Elementi ad opera del chimico russo Dmitri Mendeleev.

C'erano già stati alcuni tentativi precedenti, ma la tavola di Mendeleev raccoglieva tutti i 63 elementi noti al tempo lasciando i buchi di quelli di cui prevedeva la scoperta, accennandone perfino peso e numero atomico.

La tavola degli elementi è sempre stata molto più di un mero grafico scientifico, come ce ne sono mille. Per qualche ragione affascina nel profondo, forse per il suo apparente ordine e le relazioni che emergono dalla classificazione in gruppi, forse per il suo contemplare tutta la materia esistente, e forse anche per i nomi degli elementi, alcuni dei quali davvero epici.

[via]

categorie: 

Hayao Miyazaki’s World - 'Best of' Booklet

Hayao Miyazaki’s World - 'Best of' Booklet

Hayao Miyazaki’s World - 'Best of' Booklet è un saggio di Tamah Nakamura che spiega come, in Giappone, Hayao Miyazaki sia considerato molto più di un regista, ma un vero pensatore e filosofo.

Il libro attraversa la produzione artistica di Miyazaki, approfondendo ecologismo, simbologia, natura umana e molti altri aspetti in film come "Totoro", "Mononoke", "Nausicaa" e "La città incantata".

[via]

The Philosophy of Miyazaki – Wisecrack Edition

Hanabi e Deepmind



The Hanabi Challenge: fin dai primi tempi dell'informatica, i giochi sono stati importanti banchi di prova per studiare quanto le macchine possano prendere decisioni sofisticate. Negli ultimi anni, l'apprendimento automatico ha fatto notevoli progressi con agenti artificiali che hanno raggiunto prestazioni sovrumane in campi di sfida come Go, Atari e alcune varianti del poker. Come con i loro predecessori di scacchi, dama e backgammon, questi domini di gioco hanno guidato la ricerca fornendo sfide sofisticate ma ben definite per i professionisti dell'intelligenza artificiale.

La tradizione ora continua proponendo il gioco dell'Hanabi come un nuovo dominio di sfida con i suoi problemi peculiari che nascono dalla sua combinazione di gioco puramente cooperativo e informazioni imperfette in un ambiente da due a cinque giocatori. In particolare, l'Hanabi eleva in primo piano il ragionamento sulle credenze e le intenzioni di altri agenti.

boardgamegeek
A cooperative benchmark: Announcing the Hanabi Learning Environment


How AlphaStar Became a StarCraft Grandmaster | AI and Games

John Cleese - Creativity in Management

Ecco la leggendaria lecture sulla creatività da parte di John Cleese, nella quale sostiene che la creatività non è un talento speciale. In realtà le persone si trovano in uno stato mentale "aperto" o "chiuso". La modalità chiusa permette alle persone di dedicarsi ai compiti con vigore e concentrazione; la modalità aperta è più rilassata e favorisce il pensiero creativo. Cleese parla di come i leader possono indurre una modalità aperta nei loro membri del team e stabilire la fiducia in loro per accettare che ci sia una successione di passi di apprendimento sulla strada della qualità totale.

[via]

categorie: