grafica

grafica digitale, arte figurativa, illustrazione

Masayasu Uchida

Masayasu Uchida
Non capita spesso di imbattersi in un pittore le cui opere arrivano istantaneamente al cuore come qualcosa che ci sia sempre mancato senza che ce ne rendessimo conto.

Masayasu Uchida (内田 正泰, 1922) crea costantemente immagini di paesaggi di grande formato, che tendono a contenere scene dettagliate ai bordi. I paesaggi sono stagionali, le scene al mare sono spesso catturate nella luce della sera. I calendari annuali disegnati da Uchida sono da anni un successo.

Uchida si è laureato in architettura nel 1943 presso la Yokohama Technical High School (ora Yokohama State University). Dal 1953 lavora nel reparto stampa dell'attuale Kanebo. Nel 1956 fonda la società AD, una sorta di agenzia d'arte. Dal 1960 ha lavorato come insegnante a Yokohama.

Nel 1971 la sua prima mostra personale ha avuto luogo alla Mitsubishi Gallery con il titolo "The Heart of Japan" (Nihon no kokoro), esponendo immagini adesive (貼り絵, Hari-e). Nel 1973 ha avuto luogo un'altra mostra alla Galleria Mitsubishi, le cui immagini sono state pubblicate dalla casa editrice Kodansha.

"La natura non mente, è tutto vero.
Sono gli umani a dire bugie, quindi prenderò come insegnante la natura.
Sulla pianeta chiamato la terra nel sistema solare dell'universo, gli esseri umani vivono come microrganismi. Sulla base di questo, vorrei dedicare la mia vita a continuare a immaginare l'amore per Madre Natura. "

Sito ufficiale
google images
pinterest


FontForge

fontforge


FontForge è un programma popolare per la modifica di font.

Chi lavora in digitale e ha una certa attenzione per il dettaglio prima o poi sviluppe un interesse e la necessità di intervenire direttamente sui font per piccole modifiche o addirittura progettare un nuovo set per qualche esigenza particolare.

facebook
Design with FontForge
github
scripting guide


FontForge Secrets: Interpolate Control Points On Motion

FontForge Simplepolator

categorie: 

Gerhard Haderer

Gerhard Haderer

surreale agg. – Che supera, che oltrepassa la dimensione della realtà sensibile; che esprime o evoca il mondo dell’inconscio, della vita interiore, del sogno.

Gerhard Haderer è un autore satirico austriaco che proviene dal mondo del marketing e dell'illustrazione tecnica. Il suo sguardo sarcastico mette in rilievo i paradossi dell'era digitale.

Stern
google images
ufunk


categorie: 

Fortunino Matania

Fortunino Matania
Fortunino Matania è uno dei massimi pittori del XX secolo.

L’artista napoletano partito ventenne per l’Inghilterra era attivo nel primo Novecento e ritrasse la tragedia del Titanic. A Londra aiutò Hitchcock sul set de "L’uomo che sapeva troppo". Nel 1934, illustra "I pirati di Venere" di Borroughs.

google images
Luca Boschi per Nova
pinterest


categorie: 

Heavy Metal Magazine Digital Archive

Heavy Metal Magazine Digital Archive
Un tuffo nel glorioso passato del fumetto con l'archivio digitale di Heavy Metal Magazine.

Nel fare una capsula del tempo della fine del XX secolo, sarebbe obbligatorio includere almeno un numero o due della rivista "Heavy Metal". Sì, con le sue donne fasciate in reggiseni metallici era spudoratamente sessista. L'allegra quantità di T&C sulle sue copertine, con astronavi, spade e stregoneria, lo rendono una reliquia della sua epoca rivolta ai teenager ingrifati.

Ma "Heavy Metal" era molto più di una accozzaglia di ammiccanti mascotte spaziali sexy disegnate in stile lascivo. Insieme alle sue "quote rosa shocking", la "rivista di fantasia illustrata per adulti" ha fornito una vetrina indimenticabile per alcuni tra i più interessanti artisti e narratori che lavorano nel mainstream e in vari sottogeneri del fantasy e della fantascienza. E continua a farlo ancora oggi

google images

[via]

categorie: 

Moonbeam City

Moonbeam City
Moonbeam City, una serie di Comedy Central dove un poliziotto maldestro indaga, è spesso visto come una copia di "Archer". Ma dell'opinione di questi critici non ce ne potrebbe fregare di meno !

La serie trabocca di stile '80s con una colonna sonora in synthwave, l'ambientazione alla "Miami Vice" (netflix, diamoci una mossa), ma soprattutto lo spregiudicato uso del mitico Patrick Nagel come art director (in realtà Julie Verardi), benchè purtroppo postumo.

Per chi ammira da sempre lo stile iconico del pittore vederlo animato è una goduria anche solo per considerarne ogni frame un omaggio al maestro. La storia e il resto sono semplicemente un bonus. Purtroppo ne esiste solo una stagione di 10 episodi. Ma molto meglio di niente.

wikipedia
imdb
wikia
tv tropes
Julie Verardi

[via]

categorie: