Hacking e Protezione in Unity

Hacking e Protezione in Unity
Alan Zucconi scrive un lungo articolo su come si accede alle risorse di un prodotto realizzato con Unity e quindi cosa si può fare per proteggerne i contenuti.

Per prima cosa occorre trovare i file Unity3D e il folder "Game_Data" (browse local files in Steam), le PlayerPrefs sono tipicamente nel registro di sistema (windows), nel "Managed" folder ci sono i file Assembly-CSharp.dll, Assembly-CSharp-firstpass.dll e Assembly-UnityScript.dll che possono essere decompilati usando tool come ILSpy o dotPeek.

Usando un Obfuscator è possibile complicare il codice, che altrimenti verrebbe decompilato preservando perfino i nomi delle variabili.

Le Risorse sono nel folder "_Data" con estensione .assets e .resource, e possono essere visualizzati con Unity Assets Explorer e Windows Texture Viewer.

Il mitico 3DRipper DX è in grado di ispezionare tutte le geometrie degli oggetti sullo schermo.

Il cheat engine lavora invece in memoria quindi è anche in grado di causare il crash del sistema operativo.

Altri articoli e risorse:
Unity3D Attack By Reverse Engineering
disunity
Unity Studio


Add new comment

Potrebbero interessarti anche...