anime

animazione giapponese

Leiji Matsumoto

Il maestro Leiji Matsumoto è alle soglie dei 70 anni e può vantare una carriera indimenticabile. Ha creato capolavori del calibro di "I guerrieri delle stelle", "Capitan Harlock" e "Galaxy Express 999".

Ha iniziato la sua carriera nel 1953, disegnando manga per ragazze (shojo manga), e solo dopo oltre 10 anni è riuscito a disegnare avventure per un pubblico maschile. Come nel caso di Masamune Shirow il suo stile risente dell'influenza iniziale e ne risulta irrimediabilmente ingentilito. Nel caso di Matsumoto però anche i temi sono pervasi da una vena poetica, romantica, dove gli eroi solitari devono combattere contro mille (e una) avversità. Il cocktail tra questi due aspetti della produzione è perfettamente riuscito e ci ha regalato avventure straordinarie che hanno influenzato gli altri autori per decenni.

Recentemente alcuni personaggi classici sono anche stati oggetto di remake. E a Tokyo c'è addiritura un traghetto progettato in puro stile Matsumoto.

L'antro atomico su Harlock

Capitan Harlock - sigla italiana (1979)

Space Pirate Captain Harlock - CG movie (2013)

categorie: 

Anime Database

anidb.net è l'imdb degli anime, anzi, è molto molto di più.

Per ciascuna serie sono riportati anche il titolo di ciascun episodio ed eventuale materiale extra, la data di prima messa in onda, il titolo in molte lingue, oltre ad una valutazione di qualità che sembra essere molto attendibile, anche perchè mostra il trend del momento e quello consolidato. Ma non si finisce di andare in profondità. E' possibile ricercare per titolo, per genere, per autore, per personaggio, ed ogni voce è ricca di ulteriori classificazioni. E' possibile ad esempio cercare tutti i personaggi con una personalità "tsundere", oppure scambiare qualche commento con altri utenti, condividere le loro valutazioni e andare a sbirciare nelle loro liste. Con le funzioni di ordinamento è facile scegliere la prossima serie da guardare sapendo che non si rimarrà delusi.

"Calendar" elenca le serie attualmente in onda, così è facile orientarsi sulle novità più appetibili. Con buona pace dei palinsesti nostrani, che certe gemme non le vedranno mai.

"The Melancholy of Haruhi Suzumiya"
by Kyoto Animation

categorie: 

Tezuka Secondo Me

Takao Yaguchi, il creatore di Sampei il ragazzo pescatore, racconta la storia del più importante autore di manga giapponese: il leggendario Osamu Tezuka, che non poteva che essere a fumetti.

L'incontro tra un ragazzo di campagna appassionato di disegno e il dottore con che si divertiva a narrare storie disegnate, oltre 200.000 pagine alla fine della sua carriera. Un monumento che ha prepotentemente influenzato generazioni di mangaka a venire. Tra le sue produzioni "la Principessa Zaffiro" (il primo shojo), Kimba e soprattutto Astroboy. Dopo aver letto le avventure del ragazzo robotico Kubrick contattò Tezuka per chiedergli di fare il direttore artistico per 2001 Odissea nello spazio.

Un racconto originale che fonde la narrazione autobiografica con frammenti della vita del dio dei manga.

"Tezuka Secondo Me" by Kappa Edizioni



Tezuka Osamu's 13 Experimental Films Episode 1: Tale of Street Corner

categorie: 

Basilisk

Basilisk è un anime basato su un manga a sua volta ispirato ad un romanzo del 1958 di Futaro Yamada.

La storia è ambientata nel 1614, durante le lotte di successione per lo shogunato. Due clan di ninja, protagonisti di una faida secolare, si scontrano dopo un secolo di tregua decretato dalla leggendaria figura di Hattori Hanzo.

Fiamme, metallo, petali e sangue scorrono copiosi fin dal primo episodio a sottolineare gli epici scontri tra le fila dei guerrieri, dieci per parte.

Basilisk @

categorie: 

Lucky Star

Lucky Star è il nome del manga di Yoshimizu Kagami divenuto anime di enorme successo per opera di Kyoto Animation. La serie nasce come fumetto a 4 vignette, e ricorda molto le atmosfere del leggendario Azumanga Daioh.

La protagonista, Konata Izumi, è piccola, molto intelligente e pigra. Adora trascurare lo studio per perdersi con i videogiochi online e gli anime. Le sue tre amiche Tsukasa, Kagami e Miyuki sono compagne di liceo, la prima svampita, la seconda un peperino (l'archetipo di personaggio tsukkomi ma anche tsundere) e la terza una secchiona gentile, carina e ricca (meganekko). Un poker servito.

La serie si distingue per esilaranti rimandi al mondo degli altri anime e videogame, un gioco di citazioni che non accade spesso nel panorama nipponico. Nel 21° episodio riesce a prendersi gioco del suo stesso successo, relativamente ai pellegrinaggi al tempio che compare nella serie effettuati dalle schiere di fan.

Konata Izumi @ DivineKaze


Solty Rei

In questo nuovo anime di Gonzo Digimation si vive sotto una densa e pericolosa aurora capace di fulminare i velivoli che osano attraversarla e che tiene insieme quello che resta dell'atmosfera.

E' uno scenario post apocalittico nel quale l'ordine viene mantenuto da cacciatori di taglie alla "Blade Runner" e da "proceed", ovvero esseri umani con impianti meccanici.

Solty Rei è una gynoid dalle capacità straordinarie e con lunghi capelli verdi attorno a cui ruota inevitabilmente la trama.

"Proceed" group @ Solty Rei
[via japanator ]

categorie: 

La Magia di Miyazaki



Prendere un pizzico di "Kiki's Delivery Service", un goccio di "Laputa, Castle in the Sky", "My Neighbor Totoro" non può mancare e nemmeno "Nausicaa of the Valley of the Wind" e mescolare insieme, con grande maestria. Ne risulta uno strepitoso Anime Music Video montato alla perfezione sulle note di The Mummers' Dance di Loreena McKennit.

Pura essenza di Miyazaki, l'espressione più cristallina dell'animazione.

Le luci in sala si spengono...

"Memories Dance"
by Vlad G Ponhert
[via ]

categorie: 

Paprika

Satoshi Kon (Tokyo Godfathers, Perfect Blue) scrive e dirige un film su una macchina che sonda gli annali delle onde cerebrali e permette agli psicoterapeuti di analizzare i problemi del subconscio: Paprika.

Il titolo è il nome dell'alter ego della protagonista, la dottoressa Atsuko Chiba, in grado di viaggiare nel mondo dei sogni, un po' come se Matrix si fosse chiamato: "Trinity".

La pellicola è densa di eventi, pur senza essere incasinata, ed anzi, offre diversi livelli di lettura.

Paprika



categorie: 

L'ultimo Aeromante

Questa terra di fantasia è divisa in quattro regni, ciascuno consacrato ad uno dei quattro elementi: fuoco, acqua, terra e aria. Per ogni elemento c'è un'arte magica che permette di dominarlo e generare ogni sorta di effetto voluto. Una volta per ogni generazione nasce una persona in grado di dominare tutti gli elementi: è l'Avatar.

La guerra imperversa, e l'unica speranza per riuscire a fermare il regno del fuoco è l'Avatar, che però deve riuscire a fare suoi tutti i segreti degli elementi pochi mesi, invece di un percorso di una vita come sarebbe usuale.

Questa è la trama iniziale di "Avatar: the last Airbender", un cartoon ispirato ad anime come "Dragonball" e "Naruto", di produzione USA ma decisamente apprezzabile anche al di fuori del suo target pre-adolescenziale.

Avatar the last airbender @ Viacom

categorie: 

Motoko e la Solid State Society

Due anni dopo la conclusione della serie tv Ghost in the Shell: Stand Alone Complex arriva un film di qualità cinematografica ancora sulla sezione 9: Solid State Society

Il ruolo di Motoko si fa ancora più sfuggente e misterioso, mentre fa la sua comparsa un nuovo pericoloso antagonista: Kugutsu Mawashi. Le musiche sono della sempre più ispirata Yoko Kanno.

Motoko in Solid State Society @ dannychoo
[via KillinMilk ]

Eva: Second Impact

Dieci anni dal "First Impact", ovvero l'arrivo sugli schermi del Giappone del più rivoluzionario anime di tutti i tempi. Un impossibile minestrone di Cabbalah e Vangeli Apocrifi, fantascienza e soap opera, con due finali alternativi e complementari.

Weta Digital afferma che il progetto del live action si è arenato, ma GAINAX è tornata al lavoro, sono previsti fino a 4 nuovi film sotto il temporaneo nome di "Rebuild of Evangelion" in uscita a partire dal 2007.

Probabilmente non sarà la stessa cosa, ma questo originale e ardito intreccio di culture e suggestioni sembra essere un inesauribile catalizzatore di ispirazione.

Rei Ayanami © GAINAX [via animenewsservice]

categorie: 

50 corti

La National Film Board of Canada presenta 50 corti di animazione, tra i quali alcune vere gemme, accessibili per regista, titolo, anno di produzione.

Il tutto accessibile direttamente in rete in vari formati. Il problema dei corti di animazione è sempre stato la distribuzione. Ora questo ostacolo è superato.

"The Cat Came Back" by Cordell Barker
[via linesandcolors]

categorie: 

Samurai Champloo

Samurai Champloo è il nuovo anime di Shinichirô Watanabe, l'autore di Cowboy Bobop.

26 episodi di katane sguainate a ritmo del miglior hip-hop giapponese, con anacronismi ostentati, piercing e movimenti stile breakdance.

L'ambientazione è quella del Giappone classico, ma questa irriverente reinterpretazione è irresistibile, così come i tre personaggi principali, alla ricerca del samurai che profuma di girasoli.

Samurai Champloo by Shinichirô Watanabe

categorie: 

Waka Laka for Osaka

Fra i video più visti di youtube ce n'è uno che è veramente fuori dal comune: Waka Laka for Osaka

Sarà l'incrocio delle immagini di un anime particolarmente originale (lo strepitoso "Azumanga Daioh") con la scatenata musichetta del rhythm game di Konami. Sarà il buffo viso di Osaka, una delle protagoniste dell'anime alle prese con le diaboliche freccine del videogame o magari la selvaggia consonanza del titolo...

E' da vedere.

Osaka from "Azumanga Daioh"

categorie: 

Oh ! Mia Dea

Belldandy è tornata. Dopo una serie di manga che ha accompagnato i fan per molti anni dalle pagine del glorioso Kappa Magazine. Dopo la strepitosa serie di 5 OVA dove le tre parche giapponesi prendevano finalmente vita. Dopo il film del 2000 ora tocca ad una serie di 25 episodi.

Belldandy, Urd e Skuld tornano a rallegrare la vita dello sfigato di turno: Keiichi Morisato. Un geniale mix di magia e tecnologia, commedia e romanticismo. Un vero caposaldo del disegno e dell'animazione nipponica ad opera di Kosuke Fujishima.

Belldandy @ Aa ! Megamisama.



categorie: 

Appleseed (2004)

Prima di sfornare la saga di Motoko, Masamune Shirow ha creato il manga che lo ha lanciato e gli ha dato il successo in Giappone e nel mondo: Appleseed.

Nell'anno appena trascorso è uscito un film diretto da Shinji Aramaki, tra le altre cose mecha designer della serie Wolf's Rain. La pellicola è realizzata completamente in computer grafica che ripercorre le vicende dell'arrivo di Deunan a Utopia e la riunione con un Briareos molto cambiato.

La realizzazione tecnica è per certi aspetti inferiore a Final Fantasy, visto l'utilizzo di un cartoon renderer che mette in evidenza i contorni dei personaggi e appiattisce i colori, le animazioni però sono buone grazie alle tecniche di motion capture e il film riesce quasi a trovare un difficile compromesso tra la tecnica tradizionale bidimensionale e la nuova tridimensionale

Da seguire per gli appassionati.

 



categorie: 

Anime-Planet

 
Basterebbe il tema del sito dedicato al capolavoro assoluto "Azumanga Daioh" per rendere interessante Anime-Planet.

Ma c'è di più.

C'è un database di anime come tanti, ma in più Anime-Planet cerca di segnalare titoli di serie in funzione dei gusti dell'utente. Una specie di "dimmi cosa t'è piaciuto e ti dirò cosa guardare". Le recensioni, anche di DVD, sono curate, tese a catturare lo spirito delle serie, ed i voti attribuiti sembrano scelti in modo misurato, senza concedersi a facili entusiasmi.

categorie: 

Miyazaki e Moebius

L'affinità divenuta amicizia tra Hayao Miyazaki e Moebius viene celebrata in una mostra congiunta che si terrà Parigi dal 1 dicembre al 31 marzo 2005 presso "Le Monnaie de Paris", uno sfarzoso palazzo che è una cornice inusuale per due artisti che hanno dedicato il loro talento ad opere di genere meno classico.

C'è anche un sito ufficiale dell'evento: http://miyazaki-moebius.com/ dove si possono trovare alcuni esempi della produzione dell'inventore del garage ermetique e del creatore di Nausicaä.

Watch Moebius and Miyazaki, Two of the Most Imaginative Artists, in Conversation (2004)


A talk by Hayao Miyazaki and Moebius