Game Making

Google Brain: Magenta

Magenta è un prototipo software sfornato da Google Brain che, facendo uso di TensorFlow, è in grado di comporre musica.

Il programma, ad esempio, partendo dallo studio di una serie di MIDI riesce a produrne di simili.

about
github
youtube
Tuning Recurrent Neural Networks with RL
magenta session
Magenta STUDIO

cosa ne pensano i musicisti
Mixing UX and Research Science to Make Music


Magic the Gathering Cardsmith

mtg cardsmith
Magic the Gathering Cardsmith raccoglie oltre 630.000 carte create dagli utenti per il più famoso gioco di carte collezionabili della storia.

Il gioco ufficiale ne conta poco più di 15.000, quindi il sito supera di oltre 30 volte la quantità di carte originale.

C'è davvero di tutto.

carte mitiche, planeswalkers, enchantment, con arte originale, creature
crea una carta

[via]

Game Programming Patterns

Game Programming Patterns
Game Programming Patterns è un libro online che insegna qualcosa che va oltre la mera programmazione, quello che tiene insieme il codice, ovvero: come è organizzato.

E' facile capire come, per progetti di medio-grandi dimensioni, l'organizzazione - ovvero l'architettura - sia fondamentale, pena il crollo del codice sotto il suo stesso peso. La struttura del programma deve essere sufficientemente flessibile per reggere a dei cambiamenti, che inevitabilmente ci saranno.

useful game programming patterns
How it was written
github
LINK


categorie: 

Pico-8 - La Fantasy Console

pico-8
Wizards Rule (una reimplementazione del classicissimo Wizards of Wor) mostra quello che si riesce a fare con Pico-8, una console di fantasia ad 8-bit realizzata da Lexaloffle Games per creare, condividere e giocare piccoli videogame su immaginarie cartucce.

Si scrive codice Lua (reddit).

Display: 128x128 pixel a 16 colori
Cartuccia: 32Kb
Sonoro: Chip Blerps a 4 canali
Sprites: 128 8x8
Map: 128x32 cels
Controlli: 2 Joystick a 6 pulsanti

Le impressionanti limitazioni di Pico-8 sono scelte accuratamente per incoraggiare la creatività e porre l'enfasi sul gameplay e non su aspetti secondari come la grafica ecc.

cartucce
blog


Level Up

Level Up Game Design Scott Rogers
Nessuno legge i manuali, e generalmente nessuno legge la documentazione di design e sviluppo durante la lavorazione di un videogame.

Scott Rogers, game designer di "God of War" e la serie "Maximo", ha quindi deciso di rendere le note da distribuire al team più interessanti, ed ha comunciato a disegnare delle vignette.

Ma questo è solo uno delle centinaia se non migliaia di consigli utili contenuti nel suo eccellente libro "Level Up", giunto alla seconda edizione.

Il tomo è una lettura obbligata per ogni game designer che si rispetti, ma è utilissimo anche per i giocatori che vogliano approfondire i "dietro le quinte" e i motivi delle tante difficili scelte di questa oscura arte.

facebook
amazon


categorie: 

Alexander Bereznyak - IK Rig



Alexander Bereznyak, technical director negli studi Ubisoft di Toronto, spiega una innovativa tecnica chiamata IK Rig che permette di semplificare lo sviluppo di animazioni complesse, come un personaggio zoppicante che si china mentre tiene una pistola facendo le scale. Ed è possibile anche appicarla a personaggi diversi, giganteschi, esili o con braccia e gambe di varie proporzioni.

twitter
facebook

[via]

categorie: 

Game Maker Toolkit



Mark Brown, ex redattore di Edge, Eurogamer, The Escapist e Wired, conduce il "Game Maker Toolkit": una serie di video sulle caratteristiche salienti di alcune pietre miliari del game design come profondità, padronanza, regole, meccaniche e molto altro.

Uno dei modi più efficaci per capire ed apprezzare il reale valore di un gioco.

LINK
twitter


AI in Wonderland

AI in Wonderland
Zuck in persona, in questo post, spiega come Facebook stia allenando la sua AI nel riuscire a leggere "Alice nel Paese delle Meraviglie", basandosi su un preziosissimo data set di storie adeguatamente formattato e liberamente disponibile da 1.6Gb (110Mb compresso) e un paper che presenta la difficoltà di una macchina anche solo nel riuscire a completare una frase cui manchi una parola, o correggerne gli errori di sintassi.

In passato era possibile che la AI azzeccasse congiunzioni e preposizioni, o verbi molto espliciti, ma gli era molto difficile comprendere sostantivi e nomi propri. Ora invece ci riesce, avvalendosi della giusta dose di contesto, né troppo né troppo poco. Il cosiddetto "Goldilocks Principle".


Music Mapper

music mapper


Music Mapper è una app realizzata da Ethan Benjamin e Jaan Altosaar che permette di fare automaticamente, online, il sampling di una canzone qualsiasi, caricata dall'utente o anche via URL o soundcloud.

Premendo poi le lettere della tastiera si possono riascoltare i sample, riaggregati per similitudine.

Per un dj questo è praticamente un bazooka autoteleguidato.


categorie: 

New Storybundle

HTML-909 Rhythm Composer

Rhythm Composer


Ciascuno dei pulsanti della fila orizzontale rappresenta uno "step" nella timeline ritmica in un loop continuo.

Prima si sceglie uno strumento dalla lista in alto si spinge il pulsante "play". È possibile ottenere una diversa linea temporale indipendente per ogni strumento. È inoltre possibile salvare fino a 16 diversi pattern contemporaneamente, aprendo quindi un sacco di possibilità.

Ci sono perfino i parametri di decay per i diversi strumenti. per controllare la velocità di fade del sample.

HTML-909 Rhythm Composer

[via]

categorie: 

Come organizzare un progetto: il metodo MoSCoW

MoSCoW prioritization
La "definizione delle priorità" può essere applicata all'espressione di requisiti, alle attività, al design e alla realizzazione di prodotti, alla definizione di casi d'uso, al feedback degli utenti, ai criteri di accettazione e ai test.

Il metodo MoSCoW (Must Have, Should have, Could have, Won't have this time) cerca di stabilire fin da subito cosa è indispensabile, cosa è desiderabile e cosa è facoltativo o trascurabile. Prima che la situazione diventi più "calda" durante la realizzazione di un progetto.

Questo permette di definire il "Minimum Usable Subset" (MUS(t)) dei requisiti garantiti nel progetto.
Alcuni dei criteri per identificare i requisiti MUS(t) sono i seguenti:

- Non si può consegnare senza questo requisito (q.r.) alla data richiesta
- Senza q.r. è illegale
- Senza q.r. è poco sicuro
- Senza q.r. il progetto non apporta valore

Il metodo definisce poi i dettagli di ogni voce e suggerisce i metodi per assicurarsi che le parti stiano alle regole.

[via]

Samples famosi: MT-40 riddim & amen break

casiotone MT-40
L'articolo di James Trew "Casio dà accidentalmente inizio alla rivoluzione reggae" racconta dell'inclusione, ad opera della giovane ingegnere Hiroko Okuda, del sample "MT40 riddim" (originalmente: "rock preset") nella tastiera casiotone del 1981, e come da allora sia stato impiegato, per oltre 30 anni, in almeno 250 canzoni reggae.

Approfondendo si scopre come l'uso di sample famosi e dirompenti come il leggendario amen break, 6 secondi di batteria che sono stati riutilizzati ovunque, hanno dato inizio al genere drum'n'bass.

songs using samples
10 incredibly popular samples
10 legendary samples
famous samples in electronic music
The 50 Greatest Hip-Hop Samples Of All Time

[via]

categorie: 

Pages