giochi

videogames, giochi da tavolo, giochi in generale, flash

FTL: faster than light

ftl faster than light
FTL: faster than light è uno dei giochi indie più popolari ed ora è appena sbarcato nel nuovo HIB9.

E definito come uno strategico top-down di ambientazione stellare dove occorre comandare un equipaggio e gestire la nave nei suoi vari aspetti, dirigere l'energia ai sistemi principali (motori, armamento, scudi ecc.) e affrontare vari pericoli durante la propria missione quinquenn... ehm, durante le proprie avventure spaziali.

wikipedia
wikia
metacritic: 84

categorie: 

Scoreoid

scoreoid
Scoreoid è un cloud framework che si occupa della gestione dei punteggi.

Nei giochi di oggi la componente di confronto è ridiventata importante, anche se si esplicita praticamente a livello virtuale sui social network. Ai tempi d'oro il confronto avveniva in sale buie o male illuminate frequentate da loschi figuri, che si allontanavano dai cabinati con un fiero gigno per aver piazzato il proprio nome in cima alla lista.

Adesso arrivare in cima significa essere i migliori a livello mondiale, ed è diventato un traguardo irraggiungibile.

E si, si stava meglio quando si stava peggio !

categorie: 

Siamo tutti markettari: appdata

appdata social games
Appdata consente di mettere il naso in una impressionante mole di dati sui social network. La presenza in massa dei consumatori su facebook e soci azzera all'istante la valenza di un sondaggio tra 1000 persone e proietta il marketing in una nuova era fatta di dati da "minare".

Se ne desume che in Italia Vasco va sempre fortissimo, seguito dalla Nutella, Ligabue, la Coca Cola e Le Iene. In Germania trionfano i telefilm e I Simpson. In Francia House va ancora forte, con Rihanna e Shakira.

Poi ci sono ovviamente i siti dedicati a giochi e app.
inside social games
inside mobile apps
la bibbia del marketing su facebook (se li conosci..)

image credit: [via]

categorie: 

Ovosonico's Murasaki Baby

Ovosonico Murasaki Baby

Lo speech di Sony dedicato a PS Vita ha avuto come gradito ospite un curioso gioco sviluppato in Italia da Ovosonico: Murasaki Baby.

L'ambientazione è simile a Limbo, ma l'interazione è meno tradizionale. Massimo Guarini ha deciso di far usare l'intuito dei giocatori per capire cosa occorre fare per progredire nel gioco, come ai bei vecchi tempi, quando non usciva un pop-up ogni due per tre a spiegare in quale sentiero dovesse muoversi il giocatore (e guai calpestare l'erba dietro quel muro invisibile).

categorie: 

Game UI examples

Game UI examples
Una delle peculiarità di Pinterest è la presenza di board molto specifiche per certe esigenze.

Una di queste è questa dedicata alle game UI (user interfaces) che è molto utile per svariati scopi nella creazione sia di un gioco che di un programma: prendere ispirazione per definire quali elementi di design usare, stabilire dimensioni relative, colori, stile e soprattutto riuscire a comunicare con i grafici senza dover ricorrere alle proprie limitate capacità auliche per evocare un elemento particolare.

Ecco la lista completa delle board:

categorie: 

The Last of Us

The Last of Us Joel Ellie

Dopo aver completato "Uncharted 2 - Among Thieves" Naughty Dog è stata divisa in due, un gruppo ha continuato a sviluppare il terzo capitolo della trilogia di Nathan Drake, mentre l'altro si è dedicato a creare una nuova IP: The Last of Us. Una mossa un po' azzardata ma che ha dato i suoi frutti, visto che il nuovo videogame ha lasciato la critica e il pubblico incantati.

Il gameplay di "The Last of Us" è tutt'altro che rivoluzionario, ma la tecnica di animazione è qualcosa di mai visto finora in realtime su console, e l'attaccamento che si sviluppa verso i protagonisti è, in una parola: viscerale.

"At the end of Last Of Us [...] it really leaves this sort of resonance. Like, would I do that? Could I rationalize that? Do I understand that? It sort of lingers with you, but at the same time, the journey is so effective. It really is big stakes from a very human level"
Felicia Day

categorie: 

Spriter - sprite editor

Spriter

Spriter è un interessantissimo sprite editor orientato all'animazione.

E' davvero facile ruotare, ridimensionare e traslare ogni pezzo dell'immagine complessiva dello sprite che si deve costruire, mettendo addirittura in relazione queste azioni per ottenere il migliore risultato possibile.
Spriter supporta la cinematica inversa e è in grado di esportare in molti formati.

E' facile scoprire questo programma cercando su google "vanillaware workflow". E questo dovrebbe già dire abbastanza di per sé.

I video:

categorie: 

Beyond: Two Souls

Beyond Two Souls
Ellen Page è senz'altro una delle attrici che hanno avuto maggiore impatto nell'industria videoludica. Nel megahit planetario "The Last of Us" la coprotagonista, Ellie, le somiglia così tanto (a partire dal nome) che moltissimi hanno dato per scontato che sia stata proprio la giovane canadese a recitare nel ruolo, mentre probabilmente Naughty Dog si è solo "molto ispirata" alle sue doti e alla sua figura.

Invece Ellen appare davvero in Beyond: Two Souls di Quantic Dream, e c'è da dire che quando entra in gioco David Cage se ne vedono sempre delle belle in termini di innovazione tecnica. Staremo a vedere se il gameplay sia all'altezza, ma sembrerebbe di si, a giudicare dal filmato seguente.

categorie: 

Tearaway by Media Molecule

tearaway

Tearaway è il nuovo gioco di media Molecule: i creatori di Little Big Planet.

Il geniale team inglese ha giustamente deciso di portare avanti la fenomenale estetica del loro hit, ma fare al contempo qualcosa di differente. La sensazione "materica" dei giochi di questo team è ancora presente, ma i game designer si spingono ad usare ogni singolo input possibile della PS Vita, la piattaforma che ospiterà la prima versione del gioco.

categorie: 

Gameological

Gameological
In questo pezzo ("The verticality of a recurring Castlevania stage provides the foundation for an intricate kinetic harmony") Gameological si domanda finalmente perchè sono "150 anni" (cit.) che nei videogame al personaggio principale tocca fare un sacco di scale... e quando non ci sono quelle gli tocca pure rischiare l'osso del collo con incerti balzi nel vuoto.

Ma sul sito e in giro per gli snetwork ci sono moltissimi altri articoli, foto ecc.

twitter
facebook
tumblr

categorie: 

Daniel Cook

game prototyping tiles

Il sito di Daniel Cook (Realm of the Mad God) è uno scrigno di tesori di tool e saggi sul game design, l'arte e il business del design. Uno di quelli che si incontrano di rado.

Questo set di tiles per la rapida prototipazione di giochi è solo uno dei gadget disponibili.

Tra le altre gemme:
creare un tool per editing 3d online
costruire sistemi di gioco con sistemi rigorosi di causa e effetto
Padroneggiare il caso

categorie: 

Tomb Raider - La nuova Lara

Lara Croft Tomb Raider
Quando hanno comunicato a Camilla Luddington che sarebbe stata la nuova Lara Croft l'attrice inglese ha avuto un brivido di esaltazione nel pensare di poter finalmente interpretare una vera eroina, una "badass". In realtà ha passato i mesi seguenti a piangere, tirare su con il naso, gemere e rabbrividire.

La "nuova" Lara infatti è proprio una novizia. La cuginetta di Indiana Jones inizia l'avventura senza avere mai ammazzato nessuno (qualcosa che in un videogame fa notizia, nella realtà magari meno) e senza nessuna esperienza sul campo, se non il suo DNA Croft.

Tomb Raider rilancia uno dei franchise più di successo della storia, ed un personaggio che bene o male riesce sempre a camminare sulle sue gambe, pur senza essere un archetipo.

A livello di gameplay Crystal Dynamics non fa nessun miracolo, ma riutilizza in modo molto intelligente le ottime idee che avevano decretato il successo di Uncharted (e Naughty Dog a sua volta aveva migliorato quelle di Prince of Persia)

i video

categorie: 

Fantasy Flight's Relic

Fantasy Flight Relic
Relic è un gioco da tavolo ispirato al grande Talisman.

La struttura del gioco è esattamente la stessa, con diversi personaggi controllati dai giocatori che cercano di attraversare le tre regioni concentriche del gioco e muovendosi tirando i dadi da 6. Quello che cambia è l'ambientazione, che si sposta nell'universo di Warhammer 40.000, e vengono introdotte nuove regole avanzate, tipi di mazzi e una caratteristica extra per diminuire l'influenza della casualità nel gioco.

boardgamegeek

[via]

categorie: 

Remember Me

Nilin Remember Me

Remember Me è un nuovo gioco creato dai francesi di Dont-Nod Entertainment e distribuito da Capcom.

L'eroina, Nilin, vive la sua avventura in una Parigi post-bladerunneriana, e i suoi poteri di manipolazione dei ricordi sono stati senz'altro influenzati dall'uscita di Inception. L'assonanza tra il suo il suo nome e quello del regista (Nolan) è una strizzatina d'occhio difficile da ignorare.

gotgame
the sixth axis
gamesindustry
gamestar
eurogamer.it
gallery
soundcloud (echi di Ghost in the Shell by Yoko Kanno)

image credit: [via]

categorie: 

Quintin Smith e Mage Wars

Mage Wars
In questo articolo Quintin Smith spiega come i giochi da tavolo, a differenza dei videogame, instaurino un piacevole rapporto "fisico" con i giocatori, che sviluppano relazioni di vero e proprio affetto e ammirazione per le proprie carte e pedine preferite. Specie quando compaiono nella partita al momento giusto e permettono di ottenere la vittoria.

L'articolo è molto ben scritto, ma soprattutto è una fonte di tanti altri spunti. Quintin cita l'eccellente Mage Wars, un gioco che ricorda il contesto di Magic the Gathering, ma soprendentemente vario e profondo e nel quale i duellanti hanno davvero il loro libro di incantesimi in mano durante il combattimento.

twitter
boardgamegeek
Mage Wars review
image credit: [via]

categorie: 

Pages