Un solido impossibile, il vetro

La lavorazione del vetro avviene da secoli ed e' oramai un "materiale" molto comune. Peccato che per i fisici non sia affatto cosi'. Il mistero che lo avvolge riguarda il fatto che questo abbia la struttura molecolare di un liquido, ma sia comunque molto duro. Il vetro e' il piu' denso e viscoso dei liquidi e un solido piu' disordinato che esiste. Non c'e' solo quello comune costituito da silicio, calcio e carbonato di sodio, ma con lo stesso termine si identificano tutti i materiali con la struttura molecolare disordinata, come ad esempio certi policarbonati e la ceramica.Se si riuscisse a fare luce sul processo che avviene durante la transizione al vetro si potrebbero produrne nuovi tipi con proprieta' particolari, e non c'e' limite al numero di possibilita' che si aprirebbero.

Un altro mistero invece avvolge i rosoni della cattedrale di Chartres, nei pressi di Parigi. Fu il primo edificio costruito con una volta cosi' alta che per sicurezza fu rinforzata con gli archi rampanti, che non erano mai stati usati prima, e fu necessario inventare la gru per innalzare il materiale fino a quell'altezza. Fu disegnata per essere inondata di luce attraverso le sue vetrate e molte di queste contengono una particolare sfumatura di blu chiamata appunto blu di Chartres. Nessuno e' piu' in grado di ricrearle.

"Chartres Blue" (detail)
by Meg McLaughlin

categorie: 

Add new comment

Potrebbero interessarti anche...