retro

emulazione e retro gaming, console e giochi delle passate generazioni

Monkey Island: il film

Monkey Island: il film, da non confondersi con la blanda copia, è una versione liofilizzata, browser friendly delle avvventure del mitico Guybrush Threepwood.

Aneddoto: l'assurdo nome del protagonista deriva dal programma usato per crearne lo sprite del gioco: Deluxe Paint (il nonno di photoshop). All'inizio si chiamava semplicemente Guy, e quando veniva salvato il software appendeva automaticamente ".brush". Alla fine "Guy.brush" rimase e per il cognome si dovettero inventare qualcosa di altrettanto originale.

"Guybrush ed alcuni amici fanatici della pulizia delle orecchie"
[via gnomeslair]

categorie: 

Wizball

Graham Goring si è rimboccato le maniche ed ha riportato tra noi il perfido classico di Sensible Software per C=64 e Amiga: Wizball.

Imparare anche solo a muoversi era una piccola impresa, riuscire a riportare i colori nel mondo desolato una mera utopia. Ogni upgrade forniva abilità vitali per progredire e ad accompagnare il mago nella sua avventura c'era il suo fido gatto Catellite. Forse è vero che una volta i giochi erano più difficili.

"Wizball"
front cover art by Bob Wakelin
[via rockpapershotgun]

categorie: 

Avventure dentro al browser

Sarà anche un genere retrò, ma l'interactive fiction (il nome restaurato delle vecchie avventure testuali) può ancora garantire ore ed ore di puro divertimento intellettuale, ed evocare luoghi, personaggi e situazioni che rimarranno per sempre al di là di qualunque motore grafico.
-

John rassegnati ! -

Ora questo universo di parole ha un suo indice: l'ifdb (interactive fiction database). Vi si trovano i giochi, le recensioni, le segnalazioni delle novità più interessanti da provare, il motore di ricerca e tutto quello che serve per sopravvivere in un bunker antiatomico in caso di guerra termonucleare globale .

photo:
"You And I Fly A Ship Seeking The Warm Unending Sky"
by Eric Rolph

categorie: 

La mamma di Centipede

Leigh Alexander intervista per gamasutra Dona Bailey, la creatrice di Centipede.

Quando arrivò in Atari c'erano 30 dipendenti e Dona era l'unica donna. Proveniva da GM dove aveva avuto modo di imparare l'Assembly. In quel momento non c'era praticamente nessuna documentazione disponibile e occorreva scoprire tutto da soli. L'ambiente era piuttosto competitivo e Dona era vista come un oggetto misterioso.

Dona scoprì il mondo dei videogame grazie ad un amico che ascoltava ossessivamente una canzone dei Pretenders intitolata "Space Invaders". Quando leì gli domandò cosa significasse lui le mostrò la versione cocktail del classico arcade e nessuno dei due immaginava che Dona di sì a poco avrebbe creato uno dei giochi più popolari della storia.

Centipede © 1980 Atari[via sexyvideogameland]

categorie: 

Manutenzione dei sogni

Jason Scott sfodera in un colpo quasi 2000 manuali di manutenzione delle macchine che hanno rappresentato tanti piccoli sogni per la generazione degli anni '70.

Alle volte dentro ai pesanti mobili in legno sclicchettava qualcosa e il gioco smetteva di funzionare. Occorreva l'intervento di un tecnico che con abilità riuscisse a ripristinare il video, e ogni volta sembrava una magia.

Ecco i manuali che spiegano quell'arte arcana e i suoi mille e mille trucchi.

Hyper Sports © 1984 Konami[via ascii.textfiles.com]

categorie: 

Barbarian (Palace)

Barbarian compie 20 anni. Il gioco di Palace Software permetteva di compiere alcune delle gesta di Conan il Barbaro, e faceva addirittura uso di effetti sonori prelevati dal film "Red Sonja".

La battaglia era veramente cruenta e i fendenti potevano essere improvvisamente letali.

Per celebrare degnamente l'evento Luxgames ha prodotto un fedele remake in Flash:Barbarian.

categorie: 

DungeonCrawl

Dungeoncrawl è una nuova incarnazione di Nethack, a sua volta ispirato a Rogue.

Si tratta di mettersi addosso una qualche armatura e gettarsi in un labirintico pozzo senza fondo ad affrontare pericoli sempre diversi e particolarmente impegnativi fin dal primo livello.

Per riuscire può senz'altro tornare utile una touring guide che narra di cacciatori centauri, caccia agli hobgoblin, mostri in battaglia, pippistrelli giganti, pergamente magiche, indumenti incantati, malattie e terapie, scudi, serpenti, bacchette, maledizioni, zombie, templi e tutti gli archetipi di un mondo fantasy che si rispetti.

dungeoncrawl[via indygamer]

categorie: 

CPS3 decrypted

Dave Haywood e una serie di altre persone sono riuscite a trovare (uno dei) sacri graal dell'emulazione: la decifrazione delle famigerate rom CPS3. Protette oltre l'inverosimile, se attaccate con maldestri tentativi queste rom erano in grado di "suicidarsi" e riuscire ad aggirare le protezioni non deve essere stato facile.

Grazie a questo risultato stanno per essere salvate dall'oblio le vere gemme del picchiaduro bidimensionale come Streetfighter III, Jojo e vari altri.

Ken punches Chun Li
by tobiee[via indygamer]

categorie: 

Hurrican

Hurrican è un remake di grande qualità del classico del 1990 di Manfred Trenz: Turrican. Il nome è anche un omaggio alla prima demo del gioco uscita su C=64.

Il bello di Turrican è la possibilità di avere a disposizione in ogni momento diversi tipi di armi per affrontare le varie situazioni che si presentano, anche se probabilmente l'incredibile ciliegina sulla torta è la colonna sonora di Chris Hülsbeck, un vero capolavoro.


by POKE 53280[via TIG source]

categorie: 

Il Ritorno di King Quest

Infamous Adventures riproduce vecchi imperdibili classici che è oramai praticamente impossibile far girare sugli attuali PC. E li aggiorna con una grafica al passo con i tempi.

In giugno è stato rilasciato King Quest III, con addirittura un voice pack che fa parlare i personaggi.

Il tool che permette di realizzare questi capolavori è l'Adventure Game Studio, un programma free che permette di realizzare avventure grafiche. E' molto usato e sono disponibili gratuitamente sul sito una infinità di storie in cui cimentarsi.

King Quest III © infamous adventures & Sierra[via indygamer]

categorie: 

Solomon's Key

Solomon's Key compie 20 anni. Dana, il personaggio principale, è un maghetto con il solo potere di creare o far scomparire blocchi di pietra, che può usare per salire, impedire ai suoi nemici di acciuffarlo e crearsi la strada verso l'uscita dal labirinto. Non prima di aver recuperato, per ciascun livello, la chiave che apre la porta.

Come in tutti i grandi giochi l'errore arriva praticamente sempre a causa del giocatore. Ci sono un sacco di gustosi bonus di ogni genere, piccole palle di fuoco, monetone d'oro, pozioni varie e clessidre che rallentano il tempo. Un arcade meraviglioso con una folta schiera di appassionati e un bel sito di riferimento gestito da Fabio Sanna.

Una delle (ri)creazioni meglio riuscite si può trovare su Zikitrake
Intervista a Michitaka Tsuruta (game designer)
speed demos archive
hardcoregaming 101

Solomon's Key © 1986 Tecmo[via indygamer]

Cavalieri che stirano

Ultimate Ghosts n’ Goblins (Goku Makaimura) sta per uscire. Per celebrare l'evento Capcom ha prodotto un esilarante videodocumentario sulle attività che hanno tenuto impegnato Arthur negli ultimi 15 anni. Pare che abbia passato parecchio tempo a stirarsi le mutande, elemento indispensabile del suo stile di combattimento.

Ma questa è solo una delle chicche spaziali presenti su rabbitsnare, un sito che si occupa di tradurre interviste, articoli e varie ed eventuali dal Giappone.

Ultimate Ghosts'n Goblins © Capcom[via rabbitsnare]

categorie: 

L'esercito dei Troll

Army of Trolls è un fantasmagorico sito inglese specializzato in grafica, pixel art, videogames e giochi per cellulari.

E' un fil rouge che unisce lo spirito degli 80's alle tecnologie web del XXI secolo. Si respira aria fresca, divertimento, autoironia, e colorazzi sparati a tutta pagina.

masayume.it è lieto di fregiarsi in esclusiva di un logo tutto suo bello incavolato proveniente dal programma "Adotta un Troll":

Army of Trolls masayume.it

Army of Trolls illustration for Edge Retro magazine cover

categorie: 

Arcade di Carta

Siliconera pubblica un articolo sulla creazione di piccole ma precise riproduzioni di famosi giochi arcade degli anni '80.

La lista comprende: Defender, Donkey Kong, Dragon's lair, Galaga, Gauntlet, Gravitar, Mortal Kombat, Ms.Pac-Man e Pac-Man, Robotron e Tempest.

basta stamparli e avere colla e forbici ed entra in casa un pezzo dell'era dell'oro dei videogame.

PacMan Arcade © 1981 Namco[via ]

categorie: 

Ancora Star Force

Val-Rick è un misterioso shooter saltato fuori su di un forum di sviluppatori indipendenti giapponesi.

L'originalità dell'approccio questa volta sta nell'aver riutilizzato sprites del vecchio ma glorioso "Star Force" riassemblandoli dentro una struttura diversa, e per chi ha provato (e riprovato !) l'arcade di Tehkan nel 1984 è qualcosa di stupefacente.

Solo un prototipo, ma decisamente da vedere.

Star Force © 1984 Tehkan by arcadeflyers.net [via tigsource]

categorie: 

Pengo 2

Push Push Penguin è il remake del superclassico di SEGA.

Il game design è stato migliorato in tutti gli aspetti, labirinti più grandi, nuovi nemici, bonus diversi, ma lo stesso "look and feel" dell'originale.

Il protagonista è stato ribattezzato Pen-Pen (e a qualcuno questo ricorderà qualcosa) ma c'è anche la sua fidanzata Deda-Deda assieme a panda, troll, polpi e coniglietti.

Push Push Penguin
© 2004 Black Cat @ retrospec

categorie: 

Il Kiwi Tiki

Silicon Era pubblica un articolo, fra i tanti interessanti, in cui si annuncia il ritorno di "The New Zealand Story", dopo quasi 20 anni di assenza.

Mentre venivano realizzati sequel di Bubble Bobble quasi a sproposito, Tiki il Kiwi è rimasto nel limbo, eppure la giocabilità di quel platform era incredibile, e la grafica decisamente kawaii ora spopolerebbe su piattaforme come DS e PSP.

Dunque c'è speranza di rivedere altri eroi del passato. Uno per tutti: Pengo.

Tiki the Kiwi fro The New Zealand Story by Taito[via siliconera]

categorie: 

Too Old To Play

2old2play è una nuova rivista online arrivata al terzo numero che, come da slogan, è dedicata ai videogiocatori maggiori di 25 anni, le cui schiere si infoltiscono ogni giorno di più, con buona pace delle fidanzate gelose.

Quello che sembrava essere solo un hobby infantile come far scivolare barchette nei ruscelli o l'hula hoop lo era solo in apparenza data l'età degli affezionati, ma chi è stato morso da pacman non guarisce più, non esiste vaccino, passerà la sua vita a sognare labirinti più grandi, in più dimensioni, con fantasmini di vari colori. Hanno anche fondato una clinica in Olanda per questa dipendenza ritenuta simile alla droga, ma in realtà molto più subdola.

Gli occhi di chi ha visto i pixel compiere il loro lungo viaggio da vili fosfori verdi agli shader multieffetto di oggi non riescono a non discernere l'albero genealogico di un titolo, a chi somiglia per quel tipo di salto, per quell'arma così strana, per quel personaggio così caratteristico.

2old2play

categorie: 

Tempest

Dopo 25 anni Tempest ed il suo frenetico gameplay la fanno ancora da padrone nella scena indipendente.

Torus Trooper di Kenta Cho riprende la navigazione dentro i tunnel aggiungendo come elemento il tempo e usando la grafica openGL.

Ultra the Game porta avanti l'interpretazione di Jeff Minter in Tempest 2000.

Tsunami 2010, presentato al Breakpoint 2003, ricrea l'atmosfera dell'originale in soli 96 Kb.

"Tempest" © 1981 Atari [via TAFA]

categorie: