Lamu: Beautiful Dreamer



Andrea Peduzzi su outcast.it ci racconta di Lamu: Beautiful Dreamer e di quando Mamoru Oshii prende per mano i chiassosi alieni della stella Uru e li chiude in una "gabbia spazio-temporale in stile Ricomincio da capo/Edge of Tomorrow".

Una analisi che riesce a fornire una interessante chiave di lettura sulle relazioni dei personaggi di "Urusei Yatsura" e sul motore narrativo del manga/anime di Rumiko Takahashi.

Urusei Yatsura
Urusei Yatsura - film series
myanimelist
imdb
anime news network

[via]

categorie: 

Il cervello dei programmatori

brain code

"Gli strumenti che usiamo hanno una profonda (e subdola) influenza sul nostro modo di pensare e, quindi, sulle nostre capacità cognitive".
- Edsger Dijkstra

Questo articolo svela alcuni aspetti della psicologia dei programmatori e di come sia influenzata dallo scrivere codice.
Occorre fare attenzione al linguaggio che si impara per primo, perchè il codice ridefinisce i modelli mentali. In seguito si tende ad aderire sempre a questi modelli. E allora se "l'unico utensile che abbiamo a dispozione è un martello, allora tutto il resto tende a somigliare ad un chiodo". La programmazione diventa una palestra che aiuta la salute cerebrale

L'interpretazione del codice coinvolge 5 5 aree del cervello:
BA 6: Middle frontal gyrus (attenzione, linuaggio, memoria di lavoro)
BA 21: Middle temporal gyrus (recupero dalla memoria semantica)
BA 40: Inferior parietal lobule (memoria di lavoro)
BA 44: Inferior frontal gyrus (memoria di lavoro)
BA 47: Inferior frontal gyrus (Linguaggio, memoria di lavoro)

OOP explained

[via]

categorie: 

Over the Garden Wall

Over the Garden Wall è una miniserie animata creata da Patrick McHale ("Adventure Time"), incentrata sui fratelli Wirt e Greg, che si perdono in una strana foresta sospesa nel tempo, chiamata l'Ignoto. In compagnia di un vecchio saggio boscaiolo e di un uccello azzurro di nome Beatrice, i fratelli viaggiano per la terra alla ricerca di casa.

Nelle due ore di durata dei 10 episodi da 12 minuti l'uno si riconoscono tutti i clichè di questo tipo di racconti dark fantasy, ma ognuno di questi viene in qualche modo trasformato dall'autore. Questa fiaba di Halloween ha svariati momenti che rasentano la follia ed è stato difficile trovare modo di produrla. wired.it l'ha paragonata per atmosfere ai vecchi giochi LucasArts.

imdb
rotten tomatoes: 91% / 99%
Il fumetto spin off


categorie: 

La storia di Trilobyte e 7th Guest

7th Guest

Questa volta The Digital Antiquarian ci racconta la storia di Trilobyte e il suo gioco più famoso: 7th Guest, nei primi anni '90 considerato quasi una killer app per chi possedeva il lettore CD-rom. ma come avvenuto per Dragon's lair 10 anni prima, alla fine i contenuti statici, per quanto ricchi, non soddisfano il palato dei giocatori a lungo.

Il progetto, portato avanti dal bedroom programmer su spectrum Graeme Devine e Rob Landeros, si avvaleva di influenze da Cinemaware, Twin Peaks di David Lynch e Agatha Christie.

Revisiting 7th Guest
wikipedia


categorie: 

Fungus

Fungus


Fungus è uno strumento free e open che rende facile aggiungere personaggi colorati e trame avvincenti al proprio gioco in Unity, anche senza averlo mai usato prima d'ora. Una interfaccia intuitiva permette a tutti di creare facilmente bellissimi giochi incentrati sulla narrazione, gratuitamente e senza conoscere troppo il codice.

github
Fungus Wiki
Unity Asset Store


categorie: 

DDSP: Differentiable Digital Signal Processing

DDSP: Differentiable Digital Signal Processing
Dopo lo
style transfer artistco arriva, senza grandi sorprese il trasferimento del timbro acustico.

Negli esempi "Somewhere over the Rainbow" suonato al violino diventa una voce maschile che lo accenna, e viceversa.

C'è anche l'immancagile Colab Notebook per provarlo direttamente online caricando un proprio audio.


categorie: 

Super NES Band

Questa orchestra elettronica suona i brani del Super Nintendo, ognuno si occupa di una voce, per riprodurre alla perfezione le colonne sonore dei classici della casa di Kyoto.

L'aspetto affascinante è rendersi conto della dimensione polifonica dei brani, e cogliere meglio le caratteristiche delle forme d'onda elementari.

twitter


categorie: 

SHADERed

Shadered
SHADERed è uno strumento leggero per creare e testare gli shader HLSL e GLSL. È facile da usare, open source, multipiattaforma (funziona su Windows e Linux - gli shader HLSL funzionano su entrambi i sistemi operativi) e viene aggiornato frequentemente con nuove funzionalità.

Lo Shader debugger è una novità di SHADERed. È semplice da usare - basta mettere in pausa l'anteprima e selezionare il pixel che interessa. Dopo aver avviato il processo di debug, si è in grado di:
- passare attraverso il codice shader linea per linea
- posizionare breakpoint normali e condizionali
- eseguire espressioni personalizzate nella finestra in tempo reale
- creare watches
- vedere l'elenco di tutte le variabili e i loro valori

E' provvisto di un importer da shadertoy.


categorie: 

Quando le cose vanno in pezzi

when things fall apart
L'insegnante e monaca buddista tibetana Pema Chödrön ha scritto Quando le cose vanno in pezzi, un libro sul processo di trasformazione attraverso tempi difficili. "Solo nella misura in cui ci esponiamo continuamente all'annientamento ciò che è indistruttibile può essere trovato in noi".

Nel corso della vita di chiunque arriva un momento in cui siamo rasi al suolo oltre la nostra capacità di recupero da perdite al di fuori del nostro controllo: lacerazioni del cuore che sono quasi insopportabili, che ci lasciano privi di un terreno solido. Che fare allora ?

La paura è un'esperienza universale. Anche l'insetto più piccolo la sente. Se mettiamo un dito vicino ai corpi morbidi e aperti degli anemoni di mare loro si chiudono immediatamente. Tutto lo fa spontaneamente. Non è una cosa terribile provare paura di fronte all'ignoto, fa parte dell'essere vivi, qualcosa che condividiamo tutti. Reagiamo contro la possibilità della solitudine, della morte, di non avere nulla a cui aggrapparci. La paura è una reazione naturale all'avvicinarsi alla verità.
Se ci impegniamo a rimanere esattamente dove siamo a sentire, allora la nostra esperienza diventa molto vivida. Tutto diviene molto chiaro quando non si può fuggire.

Quando iniziamo a farlo davvero, verremo continuamente umiliati. Non c'è più spazio per l'arroganza che deriva dall'avere degli ideali. L'arroganza che inevitabilmente cresce verrà continuamente abbattuta dal coraggio di riuscire a fare un passo avanti. Il tipo di scoperte fatte attraverso la pratica non ha nulla a che fare con il credere in qualcosa. Ha molto di più a che fare con il coraggio di morire continuamente.

La vita può essere un buon insegnante e un buon amico. Le cose sono sempre in transizione, se solo riuscissimo a capirlo. Nulla va mai esattamente come avremmo voluto. Questo stato sbilanciato e incompleto è in realtà una situazione ideale in cui non possiamo essere sorpresi e possiamo aprire i nostri cuori e le nostre menti oltre ogni limite. È qualcosa di tenero, gentile, indeterminato.

Riuscire a stare con questa scossa, restare con un cuore spezzato, con uno stomaco che borbotta, con la sensazione di disperazione e di volersi vendicare, questo è il percorso del vero risveglio. Rimanere con quell'incertezza, e sviluppare l'abilità di rilassarsi in mezzo al caos, imparare a non farsi prendere dal panico: questo è il percorso spirituale. Ottenere il talento di catturare noi stessi, di catturarci delicatamente e compassionevolmente, è il percorso del guerriero. Ci riprenderemo un milione di volte, ed ancora una volta, che ci piaccia o no, ci induriamo nel risentimento, nell'amarezza, nella giusta indignazione, induriamo in ogni modo, anche nel senso di sollievo, nel senso di ispirazione.

In effetti, stiamo abbandonando del tutto il controllo e lasciando cadere concetti e ideali. Questo inizia con la consapevolezza che qualunque cosa accada non è né l'inizio né la fine. È esattamente lo stesso tipo di normale esperienza umana che sta accadendo alle persone comuni dall'inizio dei tempi. Pensieri, emozioni, stati d'animo e ricordi vanno e vengono, e la nozione di base è sempre la stessa.

[via]

categorie: 

Academy of Ideas

Carl Jung - What are the Archetypes?



Alla Accademia delle Idee creano video per spiegare le idee dei grandi pensatori della storia.

Lo fanno per aiutare a distribuire al mondo più conoscenza, per dare più potere all'individuo e per promuovere la libertà.

instagram


The Psychology of Self-Transformation

Nietzsche and Psychology: How To Become Who You Are

Carl Jung and the Psychology of the Man-Child

categorie: 

Illeciti Virtuali

red dead redemption 2

Nel saggio Why Is Virtual Wrongdoing Morally Disquieting uno studente della Oxford University si interroga su come dovremmo valutare i reati compiuti nei videogame realistici.

Per "illecito virtuale" si intende un'azione di un giocatore nel mondo reale che provoca intenzionalmente un'azione φV da parte di un personaggio in un mondo virtuale V tale che φV è sbagliato in V; e i criteri per valutare l'errore dell'azione in V sono gli stessi di quelli per valutare l'errore di un'azione nel mondo reale. In Red Dead Redemption 2, ad esempio, è possibile prendersela con le suffragette. Un giocatore ne ha fatta addirittura divorare una da un alligatore.

Uno studio recente ha scoperto che coloro che giocano ai videogiochi violenti non differiscono in modo significativo per l'aggressività e gli atteggiamenti sessisti da chi non lo fa. Ma di fatto nel saggio si evidenzia come comportamenti aberranti nel virtuale siano un segnale da non sottovalutare per scoprire personalità disturbate.


Brie Code

Brie Code, ex sviluppatrice di videogame ("Child of Light"), è la fondatrice e CEO di TRU LUV, un'azienda di Toronto che sta cercando di cambiare il nostro rapporto con la tecnologia e di creare una nuova categoria di interazione uomo-macchina che assomiglia più all'amicizia.

Ispirata dalle neuroscienze sociali, dalla psicologia dello sviluppo negli adulti, dall'arte, dal game design e dall'IA, la compagnia dà vita a esperienze che creano naturalmente sentimenti di profonda calma, gioia, intuizione e sviluppo personale. Il loro modello è una netta alternativa alle continue sfide competitive del modello di gamification e può riuscire ad avere implicazioni ampie e profonde.

twitter
AI Companions: Making Friends With Our Phones
The Best Candidate is a Lie
Video Games Are Boring
Thoughts about Brie Code's 'Video Games Are Boring'

[via]

Kekai Kotaki

Kekai Kotaki
Kekai Kotaki è nato e cresciuto nella Grande Isola delle Hawaii, da sempre con la passione per l'arte. Nel 2000 si è trasferito nella tetra Seattle per frequentare la scuola d'arte. Dopo la laurea, ha tentato la carriera artistica.

Il primo passo significativo è stato quello di ottenere un lavoro presso ArenaNet, i creatori del franchise Guild Wars come texture artist. Grazie al duro lavoro e ad un po' di fortuna, è riuscito a diventare un concept artist. Lavorando ancora più duro Kekai è diventato un illustratore in grado di fare copertine di libri e anche qualche carta di Magic the Gathering.

iamag
tumblr
concept art world
gallery
instagram
twitter

[via]

categorie: 

L'illusione della scelta

In questo discorso del GDC 2016, Jim Brown di Epic Games esamina le basi psicologiche e biologiche di come le persone fanno delle scelte e come si possono applicare queste intuizioni nella creazione di giochi.

È un discorso intrigante perché Brown, con esempi di giochi pubblicati, mostra come e quando gli sviluppatori usano queste 'regole' per influenzare e colpire il comportamento dei giocatori.

[via]

categorie: 

Cinema Collection - Oltre 1000 film online free

cinema collection

Open Culture raccoglie in questa pagina oltre 1000 film classici di produzione internazionale.

In più, sulla pagina, una serie di link ad altri raccoglitori cinematografici.

internet archive - feature films
B- movies (a la Carpenter)
best online documentaries
classic cinema online
creative commons

[via]

categorie: 

AlphaGo - The Movie

AlphaGo - The Movie è un documentario disponibile su youtube diretto da Greg Kohs con una partitura originale del candidato all'Oscar Hauschka.

AlphaGo racconta un viaggio dalle sale di Oxford, attraverso le vie secondarie di Bordeaux, passando per i terminali di DeepMind a Londra e, infine, fino al torneo di sette giorni a Seoul. Man mano che il dramma dell'eterno scontro uomo-macchina si dipana, emergono altre domande: Cosa può rivelare l'intelligenza artificiale su un gioco vecchio di 3000 anni? Cosa può insegnarci sull'umanità?

la Mossa 37


categorie: 

Flexbox

flexbox
Flexbox, una alternativa a Bootstrap, permette di affrontare sia il problema della "responsiveness" che quello di creare layout basati su grid layout.
Flexbox ha alcuni concetti fondamentali che, se applicati dall'alto verso il basso (top-down), aiutano a creare layout anche complessi con una certa facilità.

Si inizia pensando al proprio layout complessivo come a un contenitore flexbox, per poi approfondire i singoli componenti. La barra di navigazione si impostate con flexbox. L'area principale e disegnata con flexbox, e così anche le schede informative.

Alcune delle risorse più efficaci:

DevEd - Youtube
Traversy Media - Youtube
Guida completa a Flexbox - css-tricks.com
Le considerazioni dietro un layout Flexbox - css-tricks.com

[via]

Hisashi Eguchi

Hisashi Eguchi è una leggenda tra i Mangaka e gli illustratori. Lo sguardo nell'universo di Eguchi inizia da Jimbocho, la casa di Shuheisha, una delle principali case editrici giapponesi. Il video segue Eguchi per le strade e i luoghi che hanno fatto nascere i ricordi dell'inizio della sua carriera, che dura ormai da quasi quarant'anni.

Un viaggio in treno porterà a Kichijoji, la casa di Eguchi e il suo luogo di lavoro attuale, dove si scoprirà di più sulle sue opere e si potranno trovare alcuni spunti dietro il suo stile così particolare. La serata si conclude a Sasanoha, un piccolo e autentico ristorante nei vicoli di Harmonica Yokocho, dove Eguchi incontra i suoi compagni mangaka, illustratori e redattori.

instagram
pinterest
my anime list
ANN
animeclick.it


Pulp Magazine Covers Archive

Pulp Magazine Archive
L'Internet Archive raccoglie oltre 10.000 cover di riviste pulp, pubblicate nell'arco di 75 anni.

Questo tipo di riviste, che prende il nome dal tipo di carta usato, molto economico, la pasta di cellulosa. Iniziarono ad essere diffuse nel 1896 ("Argosy Magazine"), conobbero il loro picco di popolarità intorno agli anni ruggenti e continuarono fino ai tardi anni '50.

Custodiscono una estetica unica, molto riconoscibile. In copertina c'era spesso una "donzella svestita in pericolo" ("damsel in distress"), di solito in attesa di un eroe in soccorso.


categorie: