retro

emulazione e retro gaming, console e giochi delle passate generazioni

The Underdogs - Paradroid & co

Un'altra chicca in tema con il retrogaming e il precedente post su Another World: Paradroid (© 1987 Hewson Consultants) di Andrew Braybrook, scomparso in mezzo al fuoco e al ghiaccio su Amiga.

In Paradroid si comanda un dispositivo di controllo (lo 001) e si cerca di liberare una gigantesca astronave da tutti i droidi impazziti di bordo, prendendone possesso e usandoli contro se stessi. Un concept rivoluzionario che con pochissimi elementi crea un gioco di azione dalla strategia quasi scacchistica e dove la tensione non viene MAI meno. 

Freedroid è il rifacimento, molto fedele, scaricabile liberamente da SourceForge. L'autore, terminato il progetto ha ben pensato di crearne un RPG con protagonista Tux, il pinguino mascotte di Linux.

Dozzine, si DOZZINE, di altri classici sottovalutati su uno dei siti di gaming meglio organizzati che Masayume abbia mai avuto la ventura di incrociare: The Underdogs (più o meno: "i sottovalutati"). Giochi del calibro di Alter Ego, Albion, Sentinel, Rocket Ranger e tanti altri.

categorie: 

Another World - Un Altro Mondo


Il bellissimo post di Binary Bonsai su Another World fa tornare alla memoria questo fantastico gioco di Eric Chani che ha oramai ben 15 anni.

Un esperimento con un acceleratore di particelle apre un varco fra il nostro mondo e un altro che inghiotte lo scenziato protagonista. La tecnologia usata, simile a Flash, era rivoluzionaria e permetteva di avere una grafica abbastanza dettagliata e delle animazioni straordinarie. Another World era una specie di Prince of Persia di ambientazione fantascientifica.

Si parla anche di un ritorno di Chani per un remake... teniamo le dita incrociate.

update: Another World post-mortem by Eric Chahi
Another World - The Digital Antiquarian
Eric Chahi
Another World – 20th Anniversary Edition
The Polygons of Another World

Another World - Complete Walkthrough

GDC Vault: Classic Game Postmortem - Another World/Out of this World Eric Chahi

ANOTHER WORLD - short film - PROJECT 23 from Loniek

I 50 essenziali

1st UP ha pubblicato la lista dei 50 videogame essenziali.

Sono stati scelti i 50 prodotti più innovativi dei circa 40 anni di storia che ha il divertimento elettronico. I criteri sono molteplici e hanno purtroppo sacrificato alcune voci, ma in generale l'elenco, in rigoroso ordine cronologico, riporta veramente i nomi più significativi, per idee, influenza, successo ecc.

Dalla lista si parte per un lungo viaggio che porta anche a visitare altri link molto belli e ricchi di materiale "storico"

"The Essential 50"

categorie: 

Divagazioni sul MAME

Il 5 febbraio 1997 prese vita il M.A.M.E. Il famosissimo progetto software il cui scopo è impedire che le creazioni del genio di diversi artisti del videogame vadano perdute per sempre.

Nicola Salmoria, l'autore del progetto di emulazione più ambizioso del mondo, ora coordina più di 100 persone impegnate nello sviluppo. Tutti lo fanno per pura passione ed hanno regalato un vero sogno a molti fan.

Ma cosa ha veramente reso possibile tutto questo ? Leggendo il suo "Nicola MAME Ramblings" (ed avendo dovuto sostenere l'esame di calcolatori) non si può non rimanere a bocca aperta. Sembra magia nera ! Queste persone sono in grado di decifrare oscure istruzioni nascoste in sperduti chip secondari, decriptarne il contenuto, sviscerare protocolli di comunicazione multiprocessore proprietari senza quasi alcuna traccia di informazione a riguardo. Ed un mistero tira l'altro.

Altro che Settimana Enigmistica !

Il buon Google informa che Nicola è anche un ottimo fotografo: su trekearth si possono vedere molte fotografie della sua Siena e dei suoi viaggi.



 

categorie: 

El SID Commodore

Venti anni fa la musica elettronica fece& il suo ingresso trionfale nelle camerette di milioni di adolescenti di tutto il mondo. Era un piccolo cofanetto delle meraviglie creato dalla Commodore con 64 Kilobyte di memoria (RAM + ROM) che conteneva un gioiello che risplendeva di luce propria: il SID 6581.

Il SID era il coprocessore sonoro, e il C=64 fu il primo microcomputer che fece un uso veramente notevole, anche grazie a nomi del calibro di Huelsbeck, Hubbard, Galway. Dopo così tanto tempo gli echi di quelle musichette riverberano in una serie di strepitosi remix disponibili sul sito:

retroremix

High Voltage SID Collection: Update #63
SIDbox


Unepic Stoned High SID List

categorie: 

Sonic in Flash

Questo è l'indirizzo per giocare online a Sonic, il porcospino più veloce sulla faccia della terra.

E non poteva che essere realizzato in Flash.

Non saprei quale tra "Flash" e "Sonic" sia la parola che ispira più velocità. La realizzazione tecnica è notevole ed è possibile scegliere il proprio personaggio anche tra Knuckles, la mitica volpina a due code Two Tails e Cream.

categorie: 

Il vizioso bastardo giallo

Chi se non Pacman ?

Jim Davies, un quasi omonimo del creatore del gattaccio Garfield, s'è divertito a dipingere tutta una serie di quadri pop-art sull'Icona dei videogames.

Il tema preferito sono le riflessioni esistenziali dei quattro celebri fantasmi della serie e i loro incubi a base di loschi figuri gialli tremendamente affamati.

Interessante reinterpretazione. 

categorie: 

Una mente sempre in viaggio

"A mind forever voyaging" è una avventura della Infocom, una compagnia che fiorì nei primi anni '80 con un genere di giochi esclusivamente basati sulla narrazione. Era come leggere un libro, ed interagire per far progredire la storia. Bastava masticare un po' di inglese per essere in grado di immaginare di essere il primo supercomputer senziente, oppure una giovane in viaggio verso il suo promesso sposo nei Caraibi alle prese con i pirati.

Ma forse il titolo di gran lunga più famoso è "Zork", con la sua coda di seguiti, uno dei quali addirittura su CD-Rom. E poi "The Hitchhickers Guide to the Galaxy", "Leather Goddesses of Phobos", "Planetfall", e tanti altri.

Basta caricare uno dei piccoli programmi che emulano la macchina delle avventure Infocom e poi spolverare la fantasia.
Tre link da Brainygamer di approfondimento:1, 2, 3

categorie: 

Back in time

Peasant Quest è una finta avventura del 1982 che fa la parodia dei vecchi giochi della Sierra di Roberta Williams alla King Quest, con tanto di punteggio (0 di 180) che indica le cose ancora da realizzare.

La grafica è quella cubettosa tipica di quegli anni e il quadro di presentazione non è altro che un immagine di un vecchio apple IIe che carica.

Il sito che ospita questo capolavoro di fine ironia è

http://www.homestarrunner.com/games.html

e vale proprio la pena di farci un giro.

Affidate le spad... ehm le zappe !

categorie: 

Spectrum hall of fame

E' una curiosa classifica dei 100 titoli più significativi per l'8 bit di Sir Clive Sinclair

Un microcomputer famosissimo negli anni '80, celebre per la livrea nera con l'arcobaleno in un angolo e per la tastiera con più di 6 funzioni per tasto che se imparavi a programmare in basic potevi anche suonare il pianoforte.

Riguardati con la consapevolezza attuale, soprattutto per la grafica, sembrano i disegni delle elementari di un bambino. Un po' approssimativi, con pochi colori vivacissimi (che sbordano anche un po' dai margini, caratteristica peculiare dello speccy) ma densi di uno spirito e di una poesia che oggi lasciano stupefatti.

"beep"

categorie: 

Kung-Fu Master

Nel 1983 Thomas, esperto di arti marziali, rischiava la vita salendo piano per piano un palazzo pieno di loschi figuri e aprendosi la strada a colpi di kung fu, per salvare la vita della sua ragazza Sylvia. Era un capolavoro prodotto da Irem corp. ispirato alle gesta di Bruce Lee. Capostipite di una infinità di giochi del genere. Questa parodia in flash gli rende omaggio in modo molto spiritoso.

Buona visione.

Kung-Fu Master
NES spritesheet
Takashi Nishiyama


categorie: 

Colui che risveglia il vento

Buttarsi da una rupe appesi ad una foglia e veleggiare verso luoghi distanti, prendere a calci il dio del tuono, imparare ad evocare il vento. Zelda è un capolavoro assoluto. E' tanto rinomato che per chi non conosce la leggendaria saga fa l'effetto del "Signore degli anelli". Un mattone, figo, ma un mattone. Ed invece impugnare il controller del GameCube e muovere i primi passi in quello che non sembra, ma é un cartone animato, fa davvero un effetto particolare. Ci si rende conto che c'è Zelda, e poi ci sono tutti gli altri. Nintendo non è interessata alla potenza, ai vertex shader, a fare anche altri "lavori" tipo leggere un DVD. La più antica ditta di videogames del mondo ha sede a Kyoto e le tradizioni in Giappone si rispettano, ma a Kyoto si creano. Lunga vita !

(per inciso chi non ha letto "il Signore degli Anelli" e perde tempo a leggere queste righe dovrebbe riflettere su come impiega il suo tempo ;-) )

categorie: 

Flash: Prince of Persia

Il padre degli action-adventure, il gioco che fece intravedere una delle prime animazioni veramente fluide. Un caposaldo assoluto, ora a disposizione in una versione ridotta di 8 minuti, dove c'è solo il primo e l'ultimo livello, ma l'atmosfera magica delle notti persiane rimane intatta.

Click to play

UPDATE: qui si può scaricare la versione di questo grande classico

categorie: 

Cala l'asso spaziale

Anche Space Ace entra a far parte dei giochi disponibili su PC grazie all'emulatore Daphne. Il "seguito" di Dragon's Lair ambientato nello spazio che suscitò molto clamore e confermò che no, il predecessore non era un miracolo, è più veloce, più difficile, ed ha una struttura diversa. Se si sbaglia si vede il risultato dell'errore, spesso esilarante, e poi il gioco continua dalla mossa successiva. Una favola fantascientifica dove al posto della fida spada ci troviamo una tipica pistola laser e la rossa Kimberley sostituisce egregiamente la dolce principessa Daphne.

Che la goduria sia con noi.

categorie: 

Welcome adventurer

Com'è giocare una favola ?

E' Dragon's Lair ! La rivoluzione che nel 1983 invase le sale giochi di tutto il mondo, mentre la gente era abituata a frogger. Vent'anni dopo è una grande emozione accendere il proprio PC ed entrare di corsa nel castello mentre le cancellate si chiudono appena passati. Il gioco forse più magico di tutti i tempi, la Starcom che lo produsse infatti cambiò nome in Magicom... Ironico, spettacolare, coloratissimo, sempre soggetto a critiche di ogni tipo per la sua giocabilità limitata, ma da sempre una vera attrazione e una gioia per gli occhi. L'emulatore che permette alla magia di materializzarsi prende il nome proprio dalla principessa Daphne che l'eroe Dirk l'audace deve salvare dalle grinfie del perfido dragone Singe. Sembrava impossibile vista la tecnologia al laser che è dietro a questo classico, e Dragon's Lair occupa infatti l'equivalente di spazio disco di un migliaio di giochi tradizionali come Pengo o Street Fighter. Così cade l'ultimo baluardo, il più scintillante, ora una intera sala giochi degli anni '80 e '90 entra nelle nostre stanze al gran completo.

categorie: