Production I.G

L'isola dell'oblio

oblivion island

Oblivion Island (ホッタラケの - 魔法, Hottarake no Shima: Haruka to Mahou no Kagami) è un film d'animazione di Production I.G. che fa un uso molto originale della CG 3D. Al contrario di molte altre produzioni questa volta gli sfondi sono disegnati e i personaggi (deliziosi) sono in computer grafica.

L'effetto è molto più riuscito di quanto si potrebbe pensare, e la vicenda ha pure un taglio alla Miyazaki che la rende imperdibile. Haruka, la protagonista, perde un oggetto a cui tiene molto, e scopre che degli strani esseri raccattano le cose dimenticate in un regno tutto loro costruito riutilizzando tutti gli scarti delle persone.

Una sorta di "Alice nel paese del riciclo".

Arrivando a te - Kimi Ni Todoke

kimi ni todoke sawako kuronumaUn nome, un lapsus ed un contesto: la vita della protagonista prende una svolta improvvisa.

Il suo nome è Sawako Kuronuma ( : la dolce bambina della palude nera). Ha lunghi capelli neri e la pelle candida. Quando da bambina una sua amica per sbaglio la chiama Sadako, il suo destino è segnato. Da quel momento tutti la vedranno come la protagonista di The Ring. E in Giappone le superstizioni vengono prese sul serio a livello istituzionale.

Anni dopo la nostra adorabile eroina sbarca al liceo oramai rassegnata alle dicerie e totalmente imbranata a livello sociale. Il fatto poi che sorrida in modo così sinistro (per timidezza) non aiuta affatto a dissipare le voci che la circondano. Fortunatamente la presenza di un nuovo compagno di classe e il suo vedere oltre una reputazione clamorosamente immeritata cambieranno di nuovo la sua vita giorno dopo giorno. Osservare Sawako crearsi il suo piccolo, grande cerchio di amicizie scalda il cuore ma questo le procurerà invidie e perfino una rivale (sul vocabolario: un degna avversaria).

Production IG anima questo delizioso shoujo manga di Karuho Shiina in maniera impeccabile, e la goffa Sawako è Mamiko Noto, una delle voci più richieste del Sol Levante, protagonista di ben 73 serie (e di innumerevoli altre in ruoli minori).

Kimi ni todoke

AMV


il trailer del film live di Naoto Kumazawa

kimi ni todoke

kataomoi (unrequited love)

xxxHolic

xxxHolic ("holic" indica dipendenza e "xxx" sta per variabile) e' una delle ultime produzioni CLAMP, il vulcanico gruppo di mangaka creatrici di RG Veda e Cardcaptor Sakura.

Anche questa volta la storia e' permeata da un elemento soprannaturale. Kimihiro e' un giovane allampanato che vive circondato da visioni di spiriti, un giorno, passando di fronte ad uno strano tempio, si ritrova a parlare con Yuuko, una strega in grado di esaudire un desiderio, a patto che le venga dato qualcosa di valore equivalente in cambio.

La serie ruota intorno alla parola hitsuzen, che non presenta una traduzione percisa, ma significa destino, fato, nel senso di inevitabilita'. Non esistono coincidenze, solo catene di cause ed effetti, questo e' l'hitsuzen.

Yuuko e Kimihiro © 2006-2008 CLAMP

Seirei no Moribito

Nahoko Uehashi e' la scrittrice del libro da cui e' tratto questo eccezionale anime: Seirei no Moribito (Il Guardiano dello Spirito Sacro), diretto da Kenji Kamiyama e prodotto da I.G.

La storia ruota intorno ad una indomabile guerriera che si ritrova a fare da madre per il giovane erede al trono imperiale, condannato a morte per la possessione da parte di uno spirito che si ritiene possa causare una devastante siccita'. Aiutati da un guaritore innamorato e un'anziana sciamana molto spiccia attraverseranno impervie montagne e risaie in fiamme al sole del tramonto in una terra divisa in due, dove il mondo spirituale coesiste con quello materiale.

Un capolavoro fantasy dove usi e costumi ispirati al Giappone medievale fanno da sfondo ad una vicenda complessa piena di personaggi interessanti.



OP: Shine

ED: Itoshii hito e

Motoko e la Solid State Society

Due anni dopo la conclusione della serie tv Ghost in the Shell: Stand Alone Complex arriva un film di qualità cinematografica ancora sulla sezione 9: Solid State Society

Il ruolo di Motoko si fa ancora più sfuggente e misterioso, mentre fa la sua comparsa un nuovo pericoloso antagonista: Kugutsu Mawashi. Le musiche sono della sempre più ispirata Yoko Kanno.

Motoko in Solid State Society @ dannychoo
[via KillinMilk ]