La Visione Profetica di Ray Bradbury

Ray Bradbury Fahrenheit 451


Michael Moorcock ci racconta di Ray Bradbury, cresciuto durante la grande depressione in mezzo ai rossi panorami dell'Arizona mentre leggeva le leggende marziane di Burroughs e maturato nei movimentati sobborghi di Los Angeles, in pieno boom economico. bradbury si interessava di sociologia e psicologia, aveva fiuto per i sottili cambiamenti che avvenivano nella società americana, si trovava quindi in una posizione ideale per gettare il suo sguardo acuto sul futuro dell'umanità.

Sul quinto numero dell'ambiziosa rivista "Galaxy" comparve "The Fireman", poi espanso e riscritto per diventare Fahrenheit 451.

Il libro ci mostra come la democrazia stessa possa essere manipolata in modo da diventare elementi consenzienti in un sistema volto a rendere i ricchi più ricchi, i poveri più poveri e la classe media, l'ansiosa classe dei consumatori, costantemente sull'orlo della perdita del proprio potere di acquisto. E' forse il primo libro dove "le forze del mercato" sono all'origine di una distopia. Dopo 60 anni il racconto sembra assurto al rango di una oscura profezia.

The Truth of Ray Bradbury’s Prophetic Vision
Neil Gaiman - The View from the Cheap Seats: Ray Bradbury, Fahrenheit 451, and What Science Fiction Is and Does

[via]

categorie: 

Add new comment

Potrebbero interessarti anche...