Yakuza Zero

yakuza zero
Luke Plunkett ci tiene un po' la mano mentre ci addentriamo nel GTA (senza veicoli) giapponese per eccellenza: Yakuza, in questo caso si tratta della versione Yakuza 0.

Yakuza è una serie da sembre basata pesantemente sulla storia e sui personaggi, quindi non è facile iniziare a giocare da un capitolo qualsiasi, ma stavolta lo "zero" del titolo indica che si tratta di un prequel dove si prende il controllo di due personaggi, uno nel distretto a luci rosse di Tokyo e l'altro in quello di Osaka.

Le missioni generalmente si svolgono con una cutscene che termina con un primissimo piano ed un personaggio che urla a squarciagola, e poi si procede in giro per negozietti e locali fino a incontrare chi va preso a pugni, ma il combattimeno alla giapponese è molto duro, e non bisogna vergognarsi di abbassare il livello di difficoltà e girare pieni di "Staminan Royale", il drink per recuperare energia.

LA GUIDA !
waypoint
Yakuza Zero @ Kotaku


categorie: 

Archivio Videoludico

Archivio Videoludico
"Recuperare il passato con un occhio rivolto al futuro. La più grande sfida dell'Archivio Videoludico passa attraverso la riscoperta delle origini, delle piattaforme che nel corso degli anni hanno contribuito a evolvere il linguaggio videoludico, a mescolare la storia del videogioco con quella del cinema, delle altre arti e discipline. Numerosi i titoli direttamente ispirati a opere cinematografiche. Importante anche l'influenza della letteratura, del fumetto, della musica, della serialità televisiva. Oltre ai PC e alle console successive agli anni Novanta, figurano in archivio hardware storici degli anni Ottanta e Settanta.
L'Archivio Videoludico è a disposizione del pubblico, che può scoprirlo attraverso un catalogo online costantemente aggiornato.

A gennaio 2017 il fondo dell'Archivio Videoludico conta più di 4.850 titoli."

facebook
sito ufficiale

[via]

categorie: 

Datamancer Aviator Keyboard

okuribito
La Aviator è una tastiera custom che fa uso di materiali ricercati e micro switch tedeschi certificati per oltre 50 milioni di click.

E' dotata di uno spettacolare look steampunk con un tre led blu cobalto che non sfigurerebbero sulla plancia del Nautilus.

Datamancer produce anche set di monitor e tastiere che sono in grado di devastare i portafogli di chiunque.


categorie: 

Dan Moran

Dan Moran è un graphic engineer presso NC Soft e insegna l'abc delle tecniche necessarie per controllare e padroneggiare l'aspetto dei videogame, partendo ovviamente dagli shader.

Tutta quell'algebra lineare finalmente ha un senso, quando prodotti scalari, matrici, normali e versori sono necessari per calcolare l'andamento di una superficie e controllarne la fisica o l'illuminazione.

Queste idee sono molto difficili da imparare bene e da padroneggiare per chi non abbia alcuna base, ma Dan è un ottimo insegnante e passa molto velocemente dai concetti di base al codice.

twitter
github
patreon


categorie: 

Japanese 101 - Podcast free per imparare il giapponese

japanese 101


Japanese 101 ospita podcast gratuiti per imparare il giapponese. La lingua parlata è difficile e richiede costante esercizio, ma la struttura del sito non rende facilissimo trovare quello che si cerca.

Fortunatamente "nihongo no baka", nel suo articolo "Individual Season Reviews", spiega il percorso più semplice per orientarsi in mezzo al mare di parole che ci aspetta.

1) Newbie Seasons 2 + 3 OR Newbie Season 4 (if you don’t feel confident about the material, do both)
2) Newbie Season 5
3) Particles (classified under “Bonus Courses”)
4) Beginner Seasons 4-6
5) Japanese for Everyday Life Lower Intermediate
6) Lower Intermediate Seasons 2-6 (in reverse order)
7) Advanced Audio Blog Season 1
8) Upper Intermediate Seasons 1-5
9) Advanced Audio Blog Seasons 2-6


categorie: 

Pose Design & Animation

Extra Credits raccoglie sotto il nome di "extra frames" alcuni video di approfondimento sul pose design e l'animazione nei videogame, un campo che oramai non ha nulla da invidiare all'animazione cinematografica.

Daniel Floyd, un professionista, spiega come una posa azzeccata, in questo contesto, debba essere in linea con il carattere del personaggio ed essere immediatamente esplicativa di quello che stia facendo, e come si senta in quel momento. Inoltre deve esprimere la fisicità in modo appropriato, in modo che la distribuzione del peso e l'equilibrio sembrino coerenti. Occorre inoltre che una posa sia visivamente accattivante, grazie ad una linea d'azione potente, e l'esressione dinamica del movimento.


categorie: 

Ghost in the Shell (2017)

Quasi mille VFX artist hanno lavorato alla realizzazione del live action USA di Ghost in the Shell dove Scarlett Johannson si trova nei panni del "Maggiore" (non Motoko Kusanagi).

Il film riprende i momenti più iconici del film di Mamoru Oshii ispirato al leggendario manga di Masamune Shirow, ed anche i temi, ma narra una storia diversa.

MPC - the visual effects company behind 'Ghost in the Shell'
art of VFX
artworks
tumblr


categorie: 

Anime AI

dcgan


40 anni fa, con lo sbarco dei primi anime in Italia, sui giornali i benpensanti dell'epoca diffusero subito la falsa notizia che i cartoni giapponesi erano "fatti col computer". Poco importa che i computer dell'epoca fossero praticamente delle calcolatrici attaccate ad uno schermo, capaci al più di disegnare degli invader blocchettosi e poco colorati.

Qualche decennio dopo qualcosa si è mosso, e "fatti col computer" ultimamente è diventata una frase un po' più realistica, grazie ai software 3D e al NPR, ma quando invece si intende "fatti DAL computer", allora ci sono applicazioni web di intelligenza artificiale come DCGAN in grado di generare visi in stile anime.

Certo, questo programma è ancora un po' spartano e manca di alcune feature di base oltre a vari livelli di ottimizzazione per rendere i quadretti indistinguibili da quello che fa uno studio di animazione.


categorie: 

Pages