Dietro le quinte di "Something Left, Something Taken"

categorie

Something Left, Something Taken Max Porter and Ru Kuwahata
Max Porter e Ru Kuwahata hanno speso un paio d'anni di lavoro per creare i dieci minuti di animazione del loro "Something Left, Something Taken".

Imperdibile il clamoroso backstage nel quale vengono rivelati così tanti trucchi del mestiere da renderlo una lettura obbligata praticamente per chiunque. La coppia di animatori è ricorsa a tecniche passo-passo, pixilation, disegno su carta, Flash, After Effects e vere e proprie marionette.

A proposito di questa ultima tecnica c'è anche un tutorial sull'uso di proxy nel programma di effetti di Adobe che permette una vera e propria animazione digitale mediante una interfaccia molto intelligente.

Guarda il cortometraggio
Guarda il tutorial sui proxy in After Effects

Max e Ru sulla scena del crimine (sul bordo del tavolo visibile in basso a sinistra è attaccato proprio il nastro giallo della polizia)

Add new comment

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.

Full HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.

Filtered HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Allowed HTML tags: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type='1 A I'> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id='jump-*'> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Lines and paragraphs break automatically.