tecnologia

Scienza e tecnologia

Omeostasi e Dopamine Detox

L' omeostasi è la tendenza naturale del corpo a mantenere il suo stato di equilibrio. La dopamina è un ormone e neurotrasmettitore che causa una sensazione piacevole. Qualsiasi attività rilascia quantità di dopamina, ma alcune attività, come l'assunzione di droghe, ne rilasciano quantità innaturali.

I comportamenti che generano microrilasci di dopamina frequenti (ad esempio usare il cellulare per scorrere le infinite timeline dei social) contribuiscono ad aumentare la tolleranza alla dopamina, di fatto rendendo progressivamente meno "divertenti" certe attività. E' la cosiddetta "instant gratification". Per questo sarebbe consigliabile cercare di abbassare i livelli e farli tornare normali con una giornata di "astinenza da dopamina", nella quale si cerca di "annoiarsi". L'effetto positivo è quello di riuscire a fare attività più approfondite ma meno appaganti nell'immediato più facilmente, ed ingannare il cervello in modo da riuscire a portarle a compimento.

Una ottima soluzione per riuscire ad invertire la tendenza infatti è quella di associare le attività che si vorrebbero fare, quelle a basso rilascio di dopamina (leggere un libro, fare esercizio, studiare) ad una ricompensa ad "alto rilascio" (una caramella, una partitella, ecc.).

E' pavlovianamente ovvio no ? E allora traiamone beneficio.

The Social Dilemma

[via]

categorie: 

Theory U - L'arte di Ascoltare

Theory U
La classe dirigente non è all'altezza, i risultati parlano da soli. Chi ha la responsabilità delle cose ne deve rispondere. Ed è finito il tempo degli alibi, dell' "è sempre colpa di qualcos'altro, di qualcun altro". Basterebbe semplicemente ricominciare ad applicare il buon senso, e un po' di empatia, ad Ascoltare.

Otto Scharmer è professore alla Scuola di Gestione Sloan del MIT.

Dopo una serie di interviste con imprenditori e innovatori nel campo della scienza, del business e della società ha scritto un libro che descrive la sua Theory U: un metodo di gestione del cambiamento.

Scharmer con i colleghi del MIT ha condotto le interviste, e poi ha esteso i principi di base in una teoria dell'apprendimento e della gestione. I principi della Teoria U sono scritti per cercare di aiutare i leader politici, i funzionari pubblici e i manager a superare gli schemi di comportamento improduttivi del passato che impediscono loro di entrare in empatia con le prospettive dei loro clienti e spesso li rinchiudono in schemi decisionali inefficaci.


Otto Scharmer on the four levels of listening

What is Theory U? Interview with Otto Scharmer

Klaus: Moe e Houdoo

La produzione di Klaus, film d'animazione su Netflix, è durata 4 anni.

All'occhio meno attento potrebbe sembrare un film 3D ma in realtà si tratta di un film realizzato con animazione "tradizionale" in 2D, al quale sono stati aggiunte un paio di fasi di post processing tipiche del processo 3D. Il tutto con l'aiuto di un paio di programmi realizzati dai francesi di Poisson Rouge ovvero: Moe e Houdoo.

Il secondo, in particolare, aleggerisce la fase di in-betweening, che è una delle più tediose e meno "artistiche" del processo di produzione, nonchè forse una delle più faticose e ripetitive.

The Spa Studios
IMDB


categorie: 

training GAN with small datasets with ADA

training GAN with small datasets with ADA


StyleGAN2 with adaptive discriminator augmentation (ADA)

Il training delle reti neurali di tipo GAN che utilizzano troppo pochi dati in input causano tipicamente un overfitting dei discriminatori, che procura una divergenza non desiderata.

Questo meccanismo di aumento adattativo del discriminatore (ADA stabilizza in modo significativo la formazione in regimi di dati di ingresso limitati. L'approccio non richiede modifiche alle funzioni o alle architetture della rete, ed è applicabile sia quando l'addestramento viene effettuato da zero sia quando si affina un GAN esistente su un altro set di dati. Su diversi dataset, ora è possibile ottenere buoni risultati utilizzando solo poche migliaia di immagini di addestramento, spesso abbinando i risultati di StyleGAN2 con un ordine di grandezza inferiore di immagini.


Training GANs with Limited Data

Content delivery networks - CDN

CDN


Le Content delivery networks (CDN) sono reti di distribuzione di contenuti web, fatte di proxy server e distribuite geograficamente in centri dati sparsi per il mondo. L'obiettivo è quello di fornire un'elevata disponibilità e performance distribuendo il servizio rispetto agli utenti finali. Le CDN sono nate alla fine degli anni '90 come mezzo per alleviare i colli di bottiglia delle prestazioni di Internet, quando questo stava assumere una importanza critica per le persone e le imprese. Da allora, le CDN sono cresciute fino a servire gran parte dei contenuti di Internet odierni, compresi testi, grafica script, contenuti scaricabili (file multimediali, software, documenti), applicazioni (e-commerce, portali), i live streaming media, media on-demand e i siti di social media.
LINK

wikipedia
How a CDN Works


What is a CDN | How Content Delivery Networks Work

categorie: 

Una reintroduzione al concetto di cookie HTTP

HTTP cookies

I cookie HTTP sono, ad oltre 25 anni dalla loro invenzione, ancora un ottimo metodo per trattenere informazioni essenziali durante la navigazione di un sito per rendere la propria esperienza congruente, avendo a che fare con un protocollo senza stato come quello HTTP.

Sono anche sfruttati per vari tipi di tracciamento, e per ora solo gli unici che sono stati presi di mira dalle norme della comunità europea.

Dopo tanto tempo, un ripasso completo è assolutamente necessario, per cogliere l'essenza del loro funzionamento e come poterli sfruttare al meglio, e in sicurezza:

A practical, Complete Tutorial on HTTP cookies


categorie: 

GPT-3 spiegato da Computerphile



GPT-3: An Even Bigger Language Model, creato da Robert Miles e pubblicato su Computerphile, continua la spiegazione di questa tecnologia avanzata che promette una nuova rivoluzione informatica.

Il GPT-3 non è altro che un GPT-2 molto più grande, 176 volte più grande. Si tratta di un modello predittivo di token. Data una sequenza di caratteri, avendo "studiato a memoria" Petabyte di dati, è in grado di fornire una predizione di come continuerà questa sequenza. La vera intelligenza sta quindi nei dati che sono stati studiati. E' una tecnologia semplice ma molto efficace. Quello che emerge con il GPT-3 è che nonostante non sia stata sviluppata per compiere azioni specifiche, ma anzi è assolutamente generale, è sorprendentemente capace di riuscire a provare a svolgere varie mansioni non previste, come l'aritmetica e la poesia.

arxiv.org
A robot wrote this entire article. Are you scared yet, human?


categorie: 

Reversing - Secrets of Reverse Engineering

Reversing
Non si può essere degli esperti di qualsiasi cosa, ma è possibile spendere una parte di tempo per cercare di carpire e capire i segreti di qualcun altro e provare applicarli ai propri casi d'uso.

Reversing - Secrets of Reverse Engineering è il primo libro diventato popolare che mostra come il reverse engineering del software può aiutare a difendersi dalle minacce alla sicurezza, accelerare lo sviluppo e sbloccare i segreti dei prodotti della concorrenza. E' scritto in modo eccellente e raccoglie informazioni preziosissime.

Si inizia con una introduzione sul reverse engineering - i principi di funzionamento dei computer, i sistemi operativi e il linguaggio assembly - e poi si discute delle varie
applicazioni. Il libro fornisce ai lettori tecniche pratiche e approfondite per il reverse engineering del software. Il libro è diviso in due parti, la prima tratta il reverse engineering relativo alla sicurezza e la seconda esplora gli aspetti più pratici del reverse engineering. Inoltre, l'autore spiega come applicare le tecniche ad una libreria di software di terze parti per migliorare l'interfacciamento e come studiare un programma per costruire un prodotto migliore.

goodreads.com
wikipedia

Reverse Engineering


Tech with Tim: Flutter

Tech with Tim è il canale youtube di Timothy Ruscica, che si occupa di programmazione in Python, sviluppo di giochi con Pygame, Tutorial Java e Machine Learning. Un elenco di alcune delle cose che ama pubblicare sul mio canale. Il suo obiettivo è condividere la conoscenza della programmazione e permettere a tutti, gratuitamente, l'accesso all'istruzione.

Flutter è un ambiente portabile creato da Google che usa dart per lo sviluppo di applicazioni per mobile, web e desktop.

twitter
instagram
patreon
github

[via]

What's new in Flutter 2019

Internet - come funziona partendo dai principi di base

internet first principles
Exmplained from first principles è un sito che si occupa di divulgazione tecnologica e scientifica. Il metodo è molto semplice. Andare con ordine, non lasciando nulla di sottinteso, e progredendo con un ordine rigoroso enunciando ciascuno dei principi sui quali si basa la soluzione tecnologica o scientifica.

Ad esempio questo è il caso di internet.

[via]

Un linguaggio chiamato Motoko

motoko internet computer wasm language
In questo articolo viene presentato il concetto di "internet computer", una piattaforma online che gira in Wasm e usa il concetto di "actors", simili ad "oggetti", incapsulano il loro stato e sono dotati di metodi propri che non restituiscono risultati, ad invocazione asincrona ma e gestione della concorrenza grazie all'esecuzione atomica.

Inoltre, viene presentato un nuovo linguaggio: motoko

Internet Computer
motoko base library


Kubernetes Handbook

Kubernetes

Kubernetes è una infrastruttura di orchestrazione che automatizza l'installazione, la gestione, lo scaling, e il collegamento di container.

Kubernetes è stato progettato da Google in Go ed è FOSS dal 2014.

Il corso su freecodecamp "Kubernetes Handbook" guida alla gestione del software partendo dal classico Hello World.

[via]

Docker and Kubernetes - Full Course for Beginners

categorie: 

L'interessante storia dei motori di ricerca

web search history altavista
Carl Hendy noto esperto di SEO, ci racconta la storia dei motori di ricerca. A partire da DMOZ, che indicizzava 100.000 pagine web nate poco dopo l'invenzione del protocollo HTTP da parte di Tim Berners-Lee al CERN.

Parte di questa storia fa da sfondo all'imperdibile serie Halt and Catch Fire.


L'invenzione del QR code

QRcode
QR sta per Quick Response, ed è stato inventato nel 1994 nel campo dell'industria automobilistica dall'ingegner Masahiro Hara alla Denso di Aichi, in Giappone. Lo scopo iniziale era riuscire a tracciare velocemente il codice dei vari pezzi. Prima della sua introduzione, infatti, sulle scatole erano riportati anche fino a 10 codici a barre e il processo di cercarle e leggerle tutte con il lettore elettronico era particolarmente oneroso. Al giorno d'oggi sono comparsi ovunque e in Giappone sono addirittura arrivati sulle lapidi per fornire informazioni sui deceduti.

Si tratta di una serie di codici a barre, disposti a matrice. Questo permette di stipare fino a 200 volte le informazioni rispetto ad un codice a barre normale, ovvero più di 4K.

L'ispirazione venne dal Go, ma per fare in modo che il sistema fosse sviluppato e adottato la Denso lasciò liberi i brevetti, e la strategia ha funzionato.

wikipedia

[via]

categorie: