Imparare il giapponese "giocando a magic": Kanji Battle

categorie

kanji battle
Stratelibri porta in Italia Kanji Battle, che è disponibile già da questo mese nei negozi specializzati.

La confezione base contiene ben 100 ideogrammi che servono per superare il JLPT5, il primo livello dell'esame ufficiale di conoscenza della lingua giapponese.

Kanji Battle è soprattutto un gioco rapido e semplice da apprendere, grazie al quale ci si diverte immergendosi nel Giappone più magico, e imparando i suoi kanji senza studiare.

Utilizzando le carte presenti in questa confezione si indosseranno i panni di uno stregone giapponese ed si affronteranno altri maghi che bramano il potere che il Kirin garantisce ai suoi padroni.
Per ottenerlo, verranno formulati incantesimi combinando il potere che ogni kanji conferisce alle carte.
Turno dopo turno, verranno disposti in combinazioni sempre nuove per creare gli attacchi più stupefacenti ed ottenere una delle 3 carte kirin che garantiscono la vittoria.

Ci scrive Noemi Zucchi, responsabile di Stratelibri: "Per la versione italiana, la curatela è stata affidata al professore Simone Dalla Chiesa, ricercatore presso l’università di Milano e insegnante di Linguistica giapponese, Didattica delle lingue dell'Asia Orientale e della lingua giapponese presso l'Università "Ca' Foscari" di Venezia.".

Scarica la presentazione ufficiale
KB su boadgamegeek

[via Falketta]

Add new comment

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.

Full HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.

Filtered HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Allowed HTML tags: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type='1 A I'> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id='jump-*'> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.