La cultura "megane"

categorie

bayonetta


Gli occhiali (megane, 眼鏡) in Giappone. Tornati in auge da anni e nonostante il previsto floppone dei Google Glass, continuano a restare sulla cresta dell'onda per questioni sia funzionali, che estetiche, che tecniche. Per le strade non si contano i meganekun e le meganekko, ragazzi e ragazze non sempre afflitti da problemi visivi.

Nuovi materiali di origine militare si affacciano e continuano una tradizione iniziata nel 1500 con la lavorazione del quarzo. Le maggiori compagnie: Nikon (fondata nel 1917), Pentax e Olympus (1919), Minolta (1928) e Canon (1933), hanno iniziato a differenziare i prodotti, ma alla loro base c'è un forte know how sulla tecnologia ottica.

Le montature si fanno sempre più fantasiose, seguendo trend dettati sulla carta da manga e anime, la correzione delle lenti è spesso un po' azzardata, visto che non richiede i controlli operati in occidente, e intanto iniziano ad arrivare le tecniche di misurazione dell'ampiezza della pupilla, che è un forte indicatore emotivo.

Nel futuro noi guarderemo il mondo attraverso gli occhiali, e gli occhiali guarderanno attraverso di noi.

Megane Culture: Japan’s Love Affair with Glasses


Add new comment

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.

Full HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.

Filtered HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Allowed HTML tags: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type='1 A I'> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id='jump-*'> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.