Sakoku: Il mito della segregazione nazionale giapponese

categorie

sakoku


Nippon.com rivela come nel periodo Edo, per 250 anni a partire dal 1603, il Giappone non si sia chiuso ermeticamente agli influssi stranieri, ma abbia mantenuto una fitta rete di contatti "indiretti" attraverso quattro portali (yottsu no kuchi).

Una visione storica che è cambiata molto solo negli ultimi 30 anni, mentre prima si riteneva un isolamento molto più forte. Invece del termine "sakoku" ora si è più orientati ad usare "kaikin" (restrizioni marittime).


Add new comment

The content of this field is kept private and will not be shown publicly.

Full HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.

Filtered HTML

  • Web page addresses and email addresses turn into links automatically.
  • Allowed HTML tags: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type='1 A I'> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id='jump-*'> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.