fumetti

fumetti, comics, manga

Clarice Tudor

categorie

Clarice Tudor
Clarice Tudor (patreon, twitter) è una fumettista britannica freelance specializzata in cani tristi e vignette autoironiche. I suoi fumetti introspettivi passano da normale a fuori di testa così in fretta da provocare un colpo di frusta. Adora le battute, soprattutto quelle dolorosamente oneste.

Ma non sono solo webcomics. Scrive anche racconti illustrati più lunghi. Il suo stile visivo si basa sulla carineria e sugli animali come mezzo per rendere più digeribili i sentimenti negativi. Crede che l'antropomorfismo renda più facile guardare a noi stessi con onestà (per non parlare della possibilità di fare giochi di parole con gli animali).

sito ufficiale


Beach Wzrd

categorie

okuribito


Beach Wzrd è uno spaccato di vita (slice of life), ma con un mago scorbutico e molte disavventure magiche. È destinato a tutti i lettori, ma potrebbe esserci un occasionale Eldritch Horror.

È un fumetto tradizionale, non un webcomic. Ciò significa che Beach WZRD è scritto e disegnato principalmente per il formato libro e ottimizzato per la stampa, destinato a essere letto per capitoli piuttosto che in aggiornamenti di una singola pagina. L'autore fa del suo meglio per renderlo leggibile su internet, ma potrebbero esserci alcune stranezze dovute alla sua predilezione per gli screentones (ironia della sorte, agli schermi non piacciono) e all'occasionale, uhm, "aggiornamento sottotono".

Archivio


BBC Maestro Alan Moore, Storytelling

categorie

alan-moore.webp
Sulla serie di premium video BBC Maestro arriva Alan Moore per raccontare come si racconta. La sua scrittura è a cavallo tra i generi, con fumetti come "From Hell", "La Lega degli Straordinari Gentlemen" e "Swamp Thing", e i classici della letteratura moderna, tra cui "Jerusalem", un romanzo epico sperimentale di 1.266 pagine ambientato in secoli e regni della sua città natale, Northampton. Il libro è entrato nella lista dei 100 migliori romanzi del Time e ha vinto numerosi premi che gli hanno conferito uno status di culto e di leggenda e il plauso della critica. Ogni boccone di saggezza che esce dalla bocca di Alan fa riflettere.

wikipedia
Watchmen author Alan Moore: ‘I’m definitely done with comics’
imdb
britannica
ibs.it

I’ve learned more about the craft of writing from Alan Moore than from any other human alive. This is really exciting. He’s teaching an online BBC Maestro class.

- Neil Gaiman


John Constantine

categorie



La DC Comics ha creato diversi personaggi leggendari nel corso degli anni, ma nessuno si distingue come John Constantine. John è un investigatore del paranormale di Liverpool, in Inghilterra. Le sue regolari buffonate da antieroe lo hanno reso uno dei personaggi più amati della DC Comics. La sua educazione operaia, insieme alla sua personalità schietta, lo rendono attraente per i lettori. Ha una solida reputazione ed è disposto a fare di tutto per portare a termine il suo lavoro.

Alan Moore, Rick Veitch, Steve Bissette e John Totleben hanno creato Constantine, apparso originariamente nel numero 37 di The Saga of Swamp Thing (giugno 1985). #37 (giugno 1985). Molti altri titoli dei suoi fumetti sono Hellblazer (1988-2013), Constantine (2013-2015), Constantine: The Hellblazer (2015-2016), The Hellblazer (2016-2018) e John Constantine: Hellblazer (2020-2021).

È noto per il suo incessante cinismo, per le sue battute a raffica, per il suo atteggiamento spietato e astuto e per il suo incessante fumare a catena. Tuttavia, è anche un appassionato umanitario guidato da un profondo desiderio di fare del bene nella sua vita.

John Constantine, Hellblazer Reading Order: Where To Start With Hellblazer Comics?
wikipedia
DC database

Curious to know more about Constantine after seeing Jenna Coleman in The Sandman ?


History Of Constantine

10 Times Constantine Outsmarted Everyone

Krazy Kat e E. E. Cummings

categorie

Krazy Kat Herriman E. E. Cummings

Krazy Kat è un fumetto scritto e disegnato da George Herriman dal 1913 al 1944.

E. E. Cummings era uno dei più grandi fan di Kat. Nel 1922 scrisse da Parigi per chiedere ritagli di giornale agli amici americani. ("Grazie inoltre per una Kat di indescrivibile bellezza!", scrisse a un amico che lo accontentava). Nella sua introduzione del 1946 alla prima edizione delle strisce raccolte, Cummings scrisse che il mattoncino tirato in testa dal topo Ignatz scatenava la gioia all'interno del "gioco ultraprogressivo" del mondo reale, con le sue regole prestabilite, di cui violava la più sacra: "NON GIOCARE". (Winnicott definisce il gioco come "l'evidenza continua della creatività, che significa vivacità"). Herriman dà piacere senza la gratificazione istantanea di una battuta, mettendo in crisi l'attesa traiettoria della gag. Il mattone che sfreccia sulla pagina non pone fine alla battuta; i giochi finiscono, ma il gioco è infinito. Non c'è un vincitore e, se c'è, è Krazy che, per ragioni private, interpreta il mattone come amore."

"Bill Watterson, il creatore di Calvin e Hobbes e megafan di Herriman, ha scritto: "Le montagne sono a strisce. Le mesa sono maculate... L'orizzonte è un basso muro che i personaggi scavalcano... La luna è uno spicchio di melone, sospeso a testa in giù". Herriman si destreggiava con tutti gli elementi che la forma consentiva: la lingua (creolo iperbolico, spagnolo, yiddish); la comicità (esistenziale, vaudevilliana, burlesca); e il genere: Kat non è né lui né lei, ma piuttosto, come diceva Herriman, "un folletto", i cui pronomi cambiano all'interno di una striscia e occasionalmente all'interno di una frase, rendendo infinite le possibili configurazioni ed errori di comunicazione del fumetto.

The Paris Review ci racconta di E. E. Cummings and Krazy Kat.


Dredd (2012)

Dredd 2012

Ci sono tre 'D' in Dredd e la pellicola del 2012 infatti è uscita anche in versione 3D: un vero e proprio B movie a tutti gli effetti che però, grazie al carisma di Karl Urban e la scrittura di Alex Garland (che sembra ispirarsi a The Raid: Redemption) si dimostra davvero, sorprendentemente, riuscitissimo.

Basato sui fumetti pubblicati a partire dagli anni '70 su "2000 AD " (wikipedia), opera scritta da John Wagner e illustrata da Carlos Ezquerra, aveva visto un primo film nel 1995 con Stallone, che però era un po' troppo ricco di quei tipici eccessi divistici hollywoodiani. Stavolta la pellicola diretta da Pete Travis è sporca e cattiva, emana vibrazioni distopiche come forse solo il Robocop di Verhoeven, è nettamente superiore alla somma delle sue parti.

Dredd (2012) @ Rotten Tomatoes


Dredd 3D Official Trailer #1 (2012)

Dredd (2012) Retrospective / Review