Game Design

ROMhacking Contravania in Ecclesia



Contravania in Ecclesia è un hack di "Castlevania: Order of Ecclesia" scovato da CDRomance_Spike.

Bisogna dire che fare irruzione in una cattedrale infestata armati di mitragliatrice ha il suo perchè, ma l'aspetto più affascinante a livello di game design è probabilmente la fusione di due giochi apprentemente distanti tra di loro.

romhacking.net

[via]

Ravenbound

categorie



Ravenbound è un roguelite di combattimento molto promettente, ambientato in un open-world 3D basato sulle leggende scandinave.

I power-up sono gestiti da un sistema di carte. Tutto il game design sembra fare leva sugli elementi più in voga in questo momento e con i quali i giocatori amano avere a che fare. Ci sono tracce di Dark Souls, ovviamente, di Magic the Gathering e di Rogue.

Avalanche Studios
APEX Engine

twitter
Ravenbound su Steam

[via]

Into the Breach Design Postmortem

In questa sessione della GDC 2019, il cofondatore di Subset Games Matthew Davis illustra il processo di progettazione di Into the Breach, dalle prime bozze alle decisioni finali sul bilanciamento. Davis si immerge in anni di contenuti tagliati e iterazioni per mostrare come Subset Games ha affrontato le difficili sfide di progettazione dell'"overwhelmingly positive" Into the Breach. Si tratta di un gioco tattico a turni in cui si combatte con una squadra di esattamente tre robot giganti contro un'orda di insetti giganteschi intenzionati a distruggere la popolazione umana. Ogni missione si svolge su una griglia 8x8 e dura esattamente cinque turni. Con questi vincoli, si potrebbe pensare che tali scontri possano diventare rapidamente ripetitivi, ma la natura degli insetti, gli ambienti e gli obiettivi introducono una grande varietà.

Once more Into the Breach | Why I Love
Why I Love series


Lizzie Magie - The Landlord's Game

categorie

Lizzie Magie - The Landlord's Game

The Landlord's Game è stato progettato dalla progressista e femminista Lizzie Magie nel 1903 ed è il precursore del gioco capitalistico per eccellenza: Monopoli.

Ma le origini del gioco originale sono molto diverse. In un set di regole, spietati monopolisti cercavano di schiacciarsi a vicenda. Nell'altro, invece, la costruzione di proprietà avvantaggiava tutti i membri del tabellone. L'obiettivo era quello di illustrare i vantaggi di un sistema economico più egualitario in cui, teoricamente, tutti potessero essere vincitori (o almeno evitare di finire in miseria). E le regole sono state fatte anche per essere cambiate a metà partita.

Monopoly’s Lost Female Inventor
Monopoly’s Inventor: The Progressive Who Didn’t Pass ‘Go’
99% invisible
boardgamegeek
The secret history of Monopoly: the capitalist board game’s leftwing origins