tecnologia

Scienza e tecnologia

Brython: Python nel Browser

Brython: Python in Your Browser

Brython permette di eseguire Python nel browser.
Sebbene JavaScript sia il linguaggio onnipresente nello sviluppo web front-end, i seguenti punti potrebbero essere applicabili anche a voi:

Forse non vi piace scrivere codice in JavaScript, potreste voler sfruttare le vostre competenze in Python, potreste non voler dedicare tempo all'apprendimento di JavaScript per esplorare le tecnologie del browser o forse non vi piace essere costretti a imparare e usare JavaScript per implementare un'applicazione web. Qualunque sia la ragione, molti sviluppatori preferiscono un'alternativa basata su Python a JavaScript per sfruttare la potenza del browser.

L'esecuzione di Python nel browser presenta diversi vantaggi. Permette di:

- eseguire lo stesso codice Python nel server e nel browser
- Lavorare con varie API del browser utilizzando Python
- Manipolare il Document Object Model (DOM) con Python
- Usare Python per interagire con le librerie JavaScript esistenti, come Vue.js e jQuery.
- Insegnare il linguaggio Python agli studenti di Python con l'editor Brython
- Mantenere un barlume di divertimento durante la programmazione in Python

brython.info
brython su github
How to Use Brython: A Guide to Writing Python for the Front End
What is Brython?
pyscript - documentation

[via]

Python In The Browser | Brython Crash Course

Distorsioni della Realtà nei Social Media

categorie

social media distort reality


1. La distorsione delle emozioni estreme
Si verifica quando si ha accesso a quantità enorme di contenuti personalizzati di grande presa sulle emozioni, qualsiasi utente può trovare prove schiaccianti per le proprie convinzioni più profonde. Questa situazione crea opinioni contraddittorie "basate sull'evidenza", con conseguenti litigi, faide per arrivare fino ad aprire crepe nel senso di collettività.

2. La distorsione da inondazione di informazioni
Si verifica quando gli algoritmi e i bot inondano o curano le informazioni che gli utenti vedono in base alla loro probabilità di coinvolgimento (engagement), facendo credere agli utenti che ciò che è popolare (ad esempio, hashtag, commenti, tendenze) sia di consenso pubblico, quando in realtà può essere stato manipolato.

3. La Distorsione da Micro-Targeting
Si verifica quando gli inserzionisti inviano messaggi personalizzati, risonanti emotivamente - e talvolta opposti - a gruppi distinti di persone, dando luogo a micro-realtà individualizzate (bolle) che possono generare conflitti sociali.

4. La distorsione dell'indignazione morale
Si verifica quando gli algoritmi che massimizzano il coinvolgimento amplificano i contenuti emotivamente carichi e moraleggianti. Ne conseguono polarizzazione, errate descrizioni dell'"altra parte" e la percezione di un'indignazione morale maggiore di quella reale.

5. La distorsione dei contenuti coinvolgenti
Si verifica quando le piattaforme di social media incentivano la concorrenza a creare più contenuti virali. Ciò si traduce in una maggiore frequenza di pubblicazione, in un linguaggio iperbolico e in una maggiore diffusione di opinioni estreme, tra cui teorie cospirative e informazioni fuori contesto.

6. La distorsione dell'antigiornalismo
Si crea quando le piattaforme dei social media costringono le rispettabili organizzazioni giornalistiche a competere in un ambiente che premia i titoli clickbait e la retorica polarizzante, con il risultato di un giornalismo meno ponderato e meno ricco di sfumature.

7. La distorsione da slealtà
Si verifica quando gli utenti dei social media pubblici cercano di capire o di esprimere compassione per l'"altra" parte e vengono attaccati dalla "propria" parte per averlo fatto.

8. La distorsione dell'alterità
Si verifica quando gli algoritmi amplificano contenuti divisivi, negativi e fuori contesto su particolari gruppi. Ciò incentiva i contenuti "alteranti", inducendoci a disumanizzare gli altri e a considerarli indegni della nostra comprensione.

8 WAYS SOCIAL MEDIA DISTORTS REALITY

Working Memory - Come gli Smarphone Sabotano l'Attività del Cervello

[via]

DeepMind GATO

categorie

GATO DeepMind

"GATO non è composto da una serie di modelli che lavorano in cooperazione fra loro. Gato, invece, sfrutta una unica rete neurale basata sull’architettura Transformer, che con gli stessi parametri è in grado di svolgere ben 604 compiti di diversa natura. Gato può osservare e descrivere un’immagine, navigare un ambiente tridimensionale, battere gli esseri umani a un videogioco Atari, muovere un braccio robotico, dialogare con un utente e svolgere tanti altri compiti tutti diversi fra loro. Centinaia di task differenti, attraverso dimensioni molto diverse fra loro, come il linguaggio, la visione, il controllo, il tutto gestito da un unico sistema AI formato da una sola rete neurale, addirittura senza dover modificare il set iniziale di pesi fra neuroni artificiali quando si passa da un compito all’altro."

Da Bollettino sull'intelligenza artificiale di Luca Sambucci


Is Gato Really the Future of AI?

Bartosz Ciechanowski

categorie

Mechanical Watch Bartosz Ciechanowski

Bartosz Ciechanowski spiega nel dettaglio il funzionamento degli oggetti. E' probabilmente la cosa più vicina ad un esperto che ci mostra personalmente una tecnologia elencando ogni dettaglio.

Le pagine del suo blog prendono vita con innumerevoli immagini che sono animazioni interattive tridimensionali. E' davvero un esempio di libro versione 2.0, lo stato dell'arte come realizzazione per ogni sito di genere divulgativo.

L'orologio meccanico

Il Tesseract

patreon
twitter
instagram


I Robot Stanno Arrivando...

categorie



Nel video: "First look - 1,000 Robots by OpenAI Design Director - DALL-E 2 (3.5B) by OpenAI" si vede come il pattern matching dell'Intelligenza Artificiale, nel produrre immagini coerenti nello stile di vari artisti, sia davvero sorprendente e soprattutto quasi indistinguibile dall'opera di un artista.

Le persone tendono a chiamare tutto questo "gli algoritmi", anche se algoritmi (ovvero programmi scritti in codice) non sono. C'è come al solito una grande confusione, ma i numeri indicano che la IA sta inglobando tutto. Ad esempio, dal lancio di Github Copilot nel giugno 2021, più del 35% del codice Java e Python successivamente caricato sul sito è stato prodotto dal machine learning.

Nell'articolo "The robots are coming for (the boring parts of) your job" si accenna all'impatto previsto, ma il video dimostra che quello che noi intendiamo per "creatività" non sembra essere affatto fuori portata. E' davvero l'inizio di una nuova era che spaventa tutti perchè ci mette di fronte ai limiti delle nostre capacità.

Sono al momento oggetto di studio norme che facilitino la transizione di questi programmi nel mondo del lavoro e dell'economia.


James Webb Space Telescope

categorie


Il giorno di Natale è stato lanciato con successo da un Ariane V dalla Guyana Francese il James Webb Space Telescope. Certamente uno degli strumenti che contribuirà di più al progresso della conoscenza dell'umanità. Progettato 30 anni fa, ai tempi del lancio di Hubble, è stato migliorato rispetto al predecessorre in ogni suo aspetto, e il lancio e le operazioni necessarie per renderlo funzizonante nello spazio nel punto di Lagrange 2 sono state una lunghissima sequenza, molte delle quali dall'esito irreversibile. Se qualcosa fosse andato storto avrebbe significato perdere o rendere inservibile un telescopio da quasi 10 miliardi di dollari. Fortunatamente tutto è andato liscio.

link al video: How NASA’s Webb Telescope Will Transform Our Place in the Universe

The Webb Space Telescope Will Rewrite Cosmic History. If It Works.

★ Quanta Wins Pulitzer Prize for Explanatory Reporting thanks to Natalie Wolchover

★ Two Weeks In, the Webb Space Telescope Is Reshaping Astronomy


How DO you position mirrors with nanometer accuracy?

Infodemia - Information Overload

categorie

Infodemia - Information Overload
Viviamo in un mondo di troppe informazioni, ed è niente meno che una benedizione. Per la maggior parte della storia umana, l'accesso alla conoscenza è stato molto limitato, e il potere equivaleva alla quantità di informazioni a cui si aveva accesso. I re costruivano grandi biblioteche e i testi erano cose rare e preziose.

Oggi, tuttavia, ciò che una volta era scarso è molto abbondante. Stiamo affogando nelle informazioni. Ci sono più libri da leggere, blog da seguire e video da guardare di quanti se ne possano consumare in innumerevoli vite. Abbiamo l'incredibile opportunità di iniziare il lungo viaggio per imparare qualsiasi cosa con pochi tocchi o clic.

Ma questa nuova capacità presenta delle sfide. Ora, più che l'informazione, la merce scarsa è l'attenzione.
La capacità di concentrarsi sulle cose che contano, ignorando quelle che non contano, è un tratto distintivo delle persone che realizzano i loro sogni.

Con il diluvio di informazioni che non mostra alcun segno di attenuazione negli anni a venire, il mondo si sta dividendo in persone che permettono che il loro tempo e la loro attenzione siano controllati e manipolati da altri, e quelli che hanno il potere di decidere da soli.

How to Survive in a World of Information Overload

[via]

INFODEMIC - Il virus siamo noi (Documentario completo)